IL TRICORDER ESISTE: IN USO UN MODELLO CHE RILEVA GLI ANTIOSSIDANTI

tricorderI fan della serie Star Trek lo sanno: il dottor McCoy era in grado di fornire una diagnosi ai proprio pazienti in pochi istanti, usando il suo fedele tricorder.

Un dispositivo simile è stato sviluppato anche nella realtà e sarà presto disponibile sul mercato. I medici che lo utilizzeranno saranno capaci di esprimere in pochi secondi il nostro stato di salute.

Questo strumento portatile, delle dimensioni di un mouse, misura i danni provocati all’organismo dal fumo e dal cibo spazzatura.

C’è da sperare che i risultati, che in meno di 30 secondi saranno rivelati dal dispositivo, possano provocare uno shock nei pazienti e indirizzarli quindi verso uno stile di vita più salutare, alla stessa maniera in cui il risultato dato da una bilancia può stimolare a intraprendere finalmente una dieta.

Entro l’estate dovrebbe essere disponibile una versione per l’uso domestico al costo di 175 sterline.

Un congegno del genere finora esisteva soltanto nella fiction TV, rappresentato proprio dal tricorder utilizzato per fare delle diagnosi e curare le malattie a bordo dell’Enterprise.

La versione reale raccoglie l’impronta dello stile di vita di una persona proiettando un fascio di luce sul suo corpo; il riflesso di quella luce viene poi analizzata per avere informazioni su quali lunghezze d’onda sono state assorbite. Questo processo permette di misurare i livelli di antiossidanti nell’organismo. Gli antiossidanti hanno il merito di prevenire una serie di malattie legate all’invecchiamento, nonché di tenere a bada i radicali liberi.

Le attuali tecniche di misurazione dei livelli di antiossidanti richiede un campione da analizzare.

Il Professor Jürgen Lademann, della Charité Medical School di Berlino, ha detto

Chiunque vorrebbe una belle pelle. Fumo, alcol e poco sonno distruggono la scorta di antiossidanti. Abbiamo sviluppato un sistema non invasivo dove la luce riflessa contiene un’informazione legata al livello degli antiossidanti

Lo scanner impiega circa 30 secondi per calcolare il livello di antiossidanti in una persona, su una scala da 1 a 10. I cambiamenti causati da una variazione nell’alimentazione possono essere registrati immediatamente. Ad esempio, se dopo il test si decide di consumare un’insalata, già il giorno successivo si noterà un aumento degli antiossidanti.

Il dispositivo è in fase di sperimentazione su 50 studenti delle scuole superiori, per indurli ad abbandonare le loro cattive abitudini alimentari.

Il Professor Lademann stesso ha dichiatato di avere cambiato stile di vita, dopo essersi sottoposto al test. Ci si aspetta che anche il comportamento degli studenti possa cambiare, una volta a conoscenza della reazione che possono causare all’organismo cibo, alcol e fumo.

I risultati del test fanno riferimento alla salute della pelle. E’ però risaputo che gli antiossidanti sono fondamentali per la salute generale, poiché rallentano l’invecchiamento e prevengono malattie come l’Alzheimer. Anche gli oncologi potrebbero trovare utile il dispositivo per monitorare gli effetti collaterali della chiemioterapia.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.