RIDURRE IL CONSUMO DI GRANO PER ELIMINARE IL GRASSO

spikeIl grano è da sempre parte della nostra dieta: è un alimento presente praticamente ovunque, usato per produrre pane, cereali per la colazione, pasta, biscotti, dolci e molti altri cibi.

E’ però provato che il consumo di tali carboidrati raffinati aumenta l’insulina, che a sua volta produce zucchero e infine porta all’aumento dei depositi di adipe. Ciò che accade viene illustrato ampiamente nel libroGood Calories, Bad Calories, il cui autore, Gary Taubs, si occupa di scienza e salute.

Le allergie al grano sono tra le otto più comuni allergie alimentari secondo la Food Allergy and Anaphylaxis Network – rete delle allergie alimentari e anafilassi. Un’allergia al grano può causare numerose reazioni avverse, inclusa l’infiammazione dell’intestino. Questo tipo di infiammazione diminuisce l’assorbimento da parte del colon degli elementi nutritivi presenti nei cibi. Inoltre, un numero di persone significativo e in continuo aumento soffre di un’effettiva intolleranza al glutine, la proteina elastica presente nel grano.

Si consiglia quindi a coloro che vogliono perdere peso (e magari seguono il programma SP6) di eliminare dalla loro dieta – o limitare fortemente – pane, pasta e altri alimenti contenenti grano. Questo consentirà di ottenere migliori risultati in minor tempo!

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.