BIOFOTONI: ANCHE IL SANGUE EMETTE LUCE

Le cellule del corpo umano, necessitano di un continuo apporto di ossigeno : tale richiesta è soddisfatta attraverso il sangue che contiene “emoglobina” che ha una struttura chimica assai simile a quella della Clorofilla (1).

L’ ossigeno è un gas che si scioglie debolmente in acqua, pertanto per velocizzarne il trasporto nel sangue umano ed animale viene utilizzata la emoglobina, ed anche una sua più semplice proteina la “Mioglobina” (2).

La emoglobina è una a ferro-proteina che è contenuta nei globuli rossi e che lega e trasporta lo ossigeno, quando il Ferro è ferroso (Fe++). Ciò in quanto il Fe 3+ non è in grado di legare reversibilmente l’ossigeno (3).

La emoglobina ha al centro il Gruppo EME con cui può legare 4 molecole di ossigeno e rilasciarle in modo cooperativo nelle cellule trasformandosi da ossi-emoglobina nella forma de-ossigenata, detta desossi-emoglobina (4).

La emoglobina lega pertanto in maniera reversibile l’ossigeno. Infatti il lavoro dell’emoglobina nella transizione da ossi e desossi è quello di prelevare ossigeno nei polmoni, rilasciarlo nelle cellule ove i mitocondri sono capaci di utilizzare l’ossigeno come energia biologica per la respirazione cellulare, e quindi che il sangue posse tornare ai polmoni trasferendo anidride carbonica in modo che il ciclo di assorbimento dell’ossigeno ricominci.

L’ assorbimento e la cessione dell’ ossigeno è un sistema che ha alla base la regolazione elettromagnetica del processo che prevede la “emissione di biofotoni”.

La emoglobina ossigentata (Hb) contenente (Fe++), aggrega una disposizione a bassa energia dell’ ossigeno (ossigeno di tripletto ) il quale è “diamagnetico”, cio’ in quanto presenta lo spin in accoppiamento antiparallelo.

3 O2 Tripletto + uV→ 1O2 Singoletto

La cessione dell’ ossigeno è causata dal fatto che un Biofotone UV, normalmente emesso spontaneamente dal mt.DNA, va ad eccitare l’ ossigeno di tripletto a trasformarsi in “ossigeno di singoletto” cosi che questo diventa “paramagnetico” in quanto assume la configurazione di “spin paralleli”, cosi che il campo magnetico del ferro respinge l’ ossigeno aggregato all’ EME , favorendone il rilascio alla cellula.

La transizione tra assorbimento e cessione dell’ ossigeno si attua quindi per l’azione di fotosensibilizzazione biofotonica (5), la quale eccita la formazione dell’ossigeno di singoletto , che viene poi ricondotto alla situazione più stabile (a più bassa energia) di ossigeno di tripletto dalla interazione con molecole di acqua che inducono la riemissione di luce in forma di biofotoni (6).

La transizione da una attività diamagnetica a paramagnetica, può essere visualizzata dall’indagine di risonanza magnetica (iNMR) che quindi indirettamente può registrare anche la attività del flusso di biofotoni che sono la causa di tale variazione (7).

In conclusione la trasformazione bimolecolare dell’ossigeno da singoletto a tripletto è generata dalla attivazione di Biofotoni UVA e dalla ri-emissione di biofotoni di lunghezza d’onda intorno ai 634,7 nm, che corrisponde allo scarto energetico tra i complessi biomolecolari di singoletto e quelli di tripletto dell’ossigeno.

Pertanto anche in relazione alla attività del trasporto di ossigeno del sangue i biofotoni costituiscono all’interno del metabolismo delle cellule , un sistema di regolazione elettromagnetica coerente dei processi cellulari che è di elevata importanza per il conseguimento della salute e del benessere psicofisico (1).

Articolo di Paolo Antonio Manzelli

Con il patrocinio della Regione Toscana e e il Ministero delle Politiche Agricole, avrà luogo a Firenze, presso l’Accademia dei Georgofili, il 28 settembre 2017 il convegno BIOFOTONI ED ENERGIA PER LA VITA. Il programma potrà subire qualche variazione.

9.00 – 9.30  Iscrizioni ed Apertura del Convegno:  Saluti Autorità
9.30 Arte e Scienza – Biofotoni e la Vita: Presentazione di un quadro dell’artista Daniela Biganzoli  collaboratrice di Egocreanet. A seguire, introduzione al convegno, scopi, e prospettive.
10.00 – 10.30 “La Scienza Che Cambia: i biofotoni” di Donato Matassino, Professore Emerito dei Georgofili
10.30 – 11.00 “Le scienze della vita e i biofotoni nel quadro del cambiamento del riduzionismo meccanico della scienza” di Paolo Manzelli, EgoCreanet
11.00 – 11.30  “Aspetti applicativi dei Biofotoni d’interesse Agro-Alimentare e della Salute” di Agata Scordino, Uni. Fisica Catania
11.30 – 12.00  “Near infrared spectroscopy, la luce come modello di esplorazione della funzionalità cerebrale in ambito clinico” di Samorindo Peci, Direttore scientifico Cerifos Milano e Forschung Herlenbach Deutschland
12.00 – 12.30 “Biofotoni nella salute dell’ Uomo” di Leonardo Longo
12.30 – 13.00 “I biofotoni: breve excursus storico fra intuizioni e scienza avanzata” di Bruno Morpurgo, Fisico

13.00 – 15.00 Pausa Pranzo

15.00 – 15.20  “Biofotoni: vettori di Energie Sottili” di Carlo Donelli-Makhoufi
15.20 – 15.40 “Cromopuntura: una terapia di informazione biofisica” di Dr. Vincenzo Primitivo, Cromo-Pharma
15.40 – 16.00 “Implicazioni agronomiche relative alla conoscenza dei Biofotoni” di Andrea Battiata, Agronomo
16.00 – 16.20 “Impronta simbiotica del suolo mediante Litterbarg qualitativi” di Giusto Giovannetti, Centro culture sperimentali – Rete-Nirs
16.20 – 16.40 “La Rete dei Microtuboli nel Quantum Brain” di Riccardo Simoni
16.40 – 17.00 “L’epigenetica nella medicina quantistica” di Giorgio Terziani, Eurodream
17.00 – 17.20 “Biofotoni e Cromosomatica” di Gianmichele Ferrero, Naturopata
17.20 – 17.40 “Biofotoni ed Omeopatia” di  Dr.Sergio Segantini, Omeopata
17.40 – 18.00 “Biofotoni e Fononi – Riflessioni su : Che cos’è la Vita?” di Giuliana Conforto

Tavola rotonda finalizzata alla nascita di un nuovo soggetto di collaborazione transdisciplinare di conoscenze innovazione e sviluppo: discussione ed apertura delle adesioni nazionali ed internazionali al fine di proseguire l’ impegno condiviso per  la diffusione e lo sviluppo delle conoscenze sul tema “Biofotoni e la Vita”

18.30 – 19.00 Saluti e chiusura convegno

Il convegno è organizzato dalla EgoCrea.Net e la partecipazione e le collaborazioni sono gratuite.

Per partecipare è obbligatoria l’iscrizione:
tel: 335/6760004 – email: [email protected]

Il Convegno è gratuito, ma al fine  di dare continuità e sostegno alle motivazioni e alle prospettive culturali e di ricerca,  simpatizzanti e imprenditori  potranno versare un contributo volontario  a: https://www.retedeldono.it/it/progetti/espansione-globale-degli-osservatori-sulla-creativita-network/cultura-naturale-i-biofotoni

(1) http://www.synergyworldwide.com/Sites/legacymag/eu/0516/pdf/chlorophyll-infographic-it.pdf
(2) http://www.my-personaltrainer.it/fisiologia/emoglobina-mioglobina.html
(3) http://www.chimica-online.it/biologia/emoglobina.htm
(4) Trasporto Ossigeno: http://www.gsartor.org/pro/didattica/pdf_files/B07.pdf
(5) http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=94320
(6) http://www.tecnoalimenti.altervista.org/ossigeno-singoletto-e-tripletto/
(7) http://dueotrecosenondipiu.myblog.it/media/00/01/209507397.pdf

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI


Paolo Antonio Manzelli

Paolo Antonio Manzelli

Chimico Fisico, Giornalista, Docente presso l'Università di Firenze, è fondatore e direttore di EgoCrea.Net, Open Network per le nuove scienze. Per contatti: [email protected]

Altre notizie