GLI ANTIDEPRESSIVI NATURALI NASCOSTI NEL TERRENO

I farmaci non sono l’unica soluzione per sbarazzarsi della depressione e della tristezza. E’ stato scoperto che i microbi che si trovano nel suolo abbiano effetti simili sul cervello, senza però causare effetti collaterali né dipendenza cronica.

E’ quindi possibile sfruttare questo antidepressivo naturale per migliorare l’umore e la salute in generale, semplicemente immergendo le mani nella terra.

E’ qui che si trova il mycobacterium vaccae, una sostanza che è stata oggetto di studio e che è stata identificata come analoga all’effetto di farmaci come il Prozac sul cervello. Questo batterio è in grado di stimolare la produzione di serotonina, stimolando una sensazione di calma e di gioia.

Sono stati condotti degli studi in merito su pazienti affetti da cancro, che hanno riportato, tra i risultati, una migliore qualità della vita e riduzione dello stress. Una carenza di serotonina è collegata a depressione, ansia, disturbo ossessivo, compulsivo e bipolare.

Il batterio presente nel suolo non ha alcun effetto negativo sulla salute ed è facile entrarvi in contatto, visto che basta mettere le mani nella terra.

Non è casuale che i giardinieri spesso definiscano le aree dove lavorano come il loro “paradiso felice”, visto che l’effetto del giardinaggio riduce lo stress e migliora l’umore. Adesso che vi sono anche delle ricerche a dimostrarlo aggiunge credibilità alle loro affermazioni. Di sicuro, la presenza di questo antidepressivo nel suolo non sorprende chi ha già sperimentato personalmente questo fenomeno. Quello che rende tutto ancora più interessante è che è stato dimostrato che questo batterio è in grado di migliorare la funzione cognitiva e di dare sollievo a chi soffre di artrite reumatoide e della sindrome di Crohn.

Per entrare nel dettaglio di questo fenomeno, i microbi antidepressivi del suolo aumentano i livelli di citochine, cosa che porta alla produzione di una maggiore quantità di serotonina.

I test sono stati condotti per iniezione e ingestione sui topi e ha dato come risultato un aumento della capacità cognitiva, una riduzione dello stress, una migliorata concentrazione.

Quando ci si occupa di giardinaggio, i batteri vengono inalati, ma si entra in contatto con essi anche con le mani e questo, se vi sono dei piccoli tagli, li porta ad entrare nel circolo sanguigno.

L’effetto naturale del batterio antidepressivo presente nel suolo si può sperimentare fino a tre settimane dopo il contatto.

Chi soffre di depressione, o sta vivendo un periodo particolarmente complesso, dovrebbe quindi valutare la possibilità di sfruttare la proprietà della terra e dedicarsi al giardinaggio. Se ne trarrà un ulteriore vantaggio, perché si otterranno dei frutti sani e autoprodotti da consumare, oppure dei meravigliosi balconi o giardini fioriti. Nulla di più salutare!

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI 

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali

Acquista Online su SorgenteNatura.it


Altre notizie