DOLORI ARTICOLARI: TUTTI GLI ALIMENTI DA EVITARE

Se è vero che ogni articolazione ha un suo significato simbolico, conosciuto il quale è possibile avere uno strumento ulteriore per risolvere una manifestazione dolorosa, è anche vero che non va assolutamente ignorato l’aspetto prettamente fisico del problema.

Un dolore articolare può compromettere moltissime attività quotidiane ed è sicuramente uno dei problemi più diffusi tra le persone, indipendentemente dall’età e dal sesso.

Il dolore alle articolazioni può essere sia di natura acuta che cronica e spesso a causarlo sono artrite e gotta. Altri fattori alla base di questa problematica sono: ossa rotte o dislocate, tensione muscolare, borsite e anche fibromialgia. Capita a volte che ad aggravarla insorga la terapia sbagliata, ma allo stesso modo anche un’eccessiva attività fisica può mettere sotto pressione le articolazioni.

L’alimentazione ha un ruolo primario nell’affrontare questa problematica, sia dal punto di vista del suo miglioramento (ottimi aglio, zenzero e curcuma, tra gli altri), che di un peggioramento. In genere, gli alimenti che concorrono all’infiammazione dell’articolazione sono da evitare completamente. Tra questi, è indispensabile non consumare per un certo periodo:

CARNE ROSSA E DI ORIGINE INDUSTRIALE
Entrambi i tipi di carne sono sovraccarichi di nitriti e sostanze chimiche che peggiorano l’infiammazione e quindi il dolore. Questi alimenti contengono gli AGE, che molti studi hanno dimostrato essere la causa dell’infiammazione e dello sviluppo del cancro. Meglio sostituire la carne rossa con frutta e verdura.

ZUCCHERI E DOLCIFICANTI ARTIFICIALI
Un consumo eccessivo di zucchero promuove l’invecchiamento e l’infiammazione. In particolare, lo zucchero innesca le citochine, agenti di infiammazione. Lo zucchero provoca anche aumento di peso e quindi aumento della pressione sulle articolazioni. E’ indispensabile evitare anche bevande gassate e dolci. Il consumo di questi prodotti, secondo uno studio del 2014 pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, stimola l’artrite nelle donne.

LATTICINI
Gli alimenti che derivano dal latte possono peggiorare il dolore, perché contengono un’elevata quantità di proteine che stimolano l’infiammazione. Secondo alcuni studi, queste proteine irritano anche il tessuto circostante alle articolazioni. Ad appesantire tutto, entrano in gioco anche i grassi saturi presenti nel formaggio, nel latte e nel burro.

OLIO DI MAIS
Questo olio è ricco di acidi omega 6 dannosi per noi. Più consumiamo queste sostanze e peggiore sarà il dolore. Ad affermarlo è uno studio pubblicato sul Journal of Nutrition and Metabolism. Spesso questo olio si trova dentro i condimenti per le insalate, ma anche miscelato con olio di soia e di arachidi. Chi soffre di dolori articolari non fraintenda: gli omega 6 non vanno evitati, ma semplicemente consumati con moderazione. Preferire gli omega 3 presenti nell’olio d’oliva e nei semi di lino.

CEREALI E FARINE RAFFINATI
Questi prodotti possono elevare l’indice glicemico, peggiorando l’infiammazione. Alcuni studi sulla nutrizione affermano che un consumo quotidiano di questi cibi finisce per sviluppare malattie autoimmuni croniche. Questi prodotti sono infatti dotati di calorie vuote e poveri di vitamina B. Consumarli quotidianamente significa aumentare il rischio di problemi di cuore, diabete e cancro. Meglio optare per riso integrale, anziché bianco, e per farina integrale anziché bianca raffinata.

UOVA
Un consumo regolare di uova può aumentare il dolore e il gonfiore delle articolazioni. Il tuorlo peggiora l’infiammazione a causa dell’acido arachidonico che produce le prostaglandine, importanti fattori di infiammazione. Le uova contengono anche grassi saturi dannosi. Sarebbe utile, se si consumano spesso, limitarsi all’albume.

GLUTINE
Il glutine, come la caseina, aggravano l’infiammazione. Gli alimenti senza glutine aiutano invece a ridurre l’infiammazione, agendo positivamente anche sulle adiposità e sull’insulino-resistenza.

SALE RAFFINATO
Il sale comune da tavola contiene moltissimi additivi e sostanze chimiche capaci di alterare il nostro equilibrio dei fluidi. Inoltre, non contiene minerali naturali come fosforo o silicio. Limitare l’uso di questo sale mantiene sane anche le ossa, poiché il calcio necessario non viene disperso, prevenendo così fratture ed osteoporosi. E’ consigliabile quindi consumarne in dosi minime o sostituirlo del tutto, magari con del sale marino integrale. Ovviamente, il cibo spazzatura contiene moltissimo sale e va evitato.

BIRRA
L’alcol ha un impatto negativo sulle articolazioni. Chi beve molta birra si sarà reso conto della difficoltà con cui si trova ad affrontare un dolore articolare. Questo è dovuto alla presenza nella birra di glutine e delle purine.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.


Altre notizie