Come si danneggiano i vasi sanguigni restando troppo seduti

sitting-blood-vesselSono numerosi gli studi che affermano come una vita sedentaria sia dannosa per la nostra salute. Alcuni di questi, in maniera mirata, dimostrano che bastano tre ore ininterrotte seduti su una sedia per indurre una compressione nei vasi sanguigni e un rallentamento della circolazione del sangue.

Quando si sta troppo seduti a casa, a scuola o in ufficio sono questi gli effetti collaterali in cui si incorre:

1. Disturbi alle gambe

Stare seduti di continuo non solo provoca gonfiore alle caviglie e stimolare la formazione di vene varicose, ma può portare anche ad una trombosi venosa, causata dalla coagulazione del sangue.

2. Indebolimento delle ossa

Una costante mancanza di attività può sfociare nell’osteoporosi, una malattia che predispone le ossa a maggiori fratture.

3. Problemi alla schiena

Stando seduti si esercita una maggiore pressione sulla colonna vertebrale rispetto a quando si sta in piedi. Per questa ragione stare seduti per un tempo prolungato può aumentare il rischio di spondilite.

4. Dolore a collo e spalle

Quando si sta seduti si tiene inconsciamente il collo in avanti, cosa che può mettere sotto sforzo le vertebre cervicali e causare dolore al collo stesso ma anche alle spalle.

5. Problemi all’anca

Stare seduti ininterrottamente può danneggiare le anche e indebolire la loro mobilità.

6. Problemi di digestione

Sedersi dopo avere mangiato fa sì che l’addome si comprima e che di conseguenza rallenti il processo digestivo.

7. Pancreas

Stare seduti per un tempo prolungato causa disfunzioni al pancreas e porta ad uno squilibrio nella produzione dell’insulina, mettendo a rischio di diabete.

8. Cancro

L’aumento dell’insulina è stata collegata ad un aumento della crescita cellulare anomala, causa di cancro. Muoversi di frequente aumenta gli antiossidanti del corpo, invece, i quali attaccano i radicali liberi che possono portare ad invecchiamento precoce del sistema e al cancro. Perciò stare troppo seduti può aumentare il rischio di cancro.

9. Danni al cuore

La circolazione del sangue rallentata fa sì che anche i muscoli brucino meno grassi. Questo renderà più probabile che gli acidi grassi intasino le arterie.

10. Danni cerebrali

Una circolazione sanguigna lenta riduce l’apporto di ossigeno al cervello, rallentando a sua volta il funzionamento del sistema e causando anche uno squilibrio ormonale.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI 

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali

Acquista Online su SorgenteNatura.it


Altre notizie