Cos’è il Kefir e perché fa tanto bene alla salute

kefir-2Il kefir è molto celebre nella comunità della salute naturale. Si tratta di un alimento ad alto contenuto di sostanze nutritive e probiotici ed è incredibilmente utile per la digestione e per la salute dell’intestino.

Il kefir è originario dell’Europa orientale e dall’Asia sud occidentale. Il suo nome deriva dalla parola turca Keyif, che significa “sentirsi bene” dopo avere mangiato.

Molti lo ritengono una versione molto più sana dello yogurt, per questo andiamo ad analizzare nel dettaglio alcuni dei suoi benefici.

Fonte di molte sostanze nutritive

Il kefir è una bevanda fermentata, tradizionalmente realizzato con latte di mucca o di capra e si ottiene aggiungendo i grani di kefir. Non si tratta di granuli convenzionali, ma di colture di lieviti e batteri lattici che assomigliano ad un cavolfiore.

Nell’arco di 24 ore i microrganismi che si trovano nei granuli si moltiplicano e fermentano lo zucchero che si trova nel latte, trasformandosi in kefir. Una volta che i granuli sono rimossi dal liquido, possono essere riutilizzati.

Quindi, fondamentalmente il kefir è una bevanda ma per produrla sono indispensabili questi grani. I batteri trasformano il lattosio presente nel latte in acido lattico, per questo motivo il kefir ha un sapore simile allo yogurt, ma ha una consistenza più delicata.

175 ml di latte di kefir contengono:

  • 6 g di proteine
  • 20% del fabbisogno quoditiano di calcio
  • 20% del fabbisogno quotidiano di fosforo
  • 14% del fabbisogno quotidiano di vitamina B12
  • 19% del fabbisogno quotidiano di riboflavina (B2)
  • 5% del fabbisogno quotidiano di magnesio
  • una discreta quantità di vitamina D

il tutto in circa 100 calorie, con un apporto di 7-8 g di carboidrati, di 3-6 g di grassi a seconda del latte che si utilizza per la preparazione.

Il kefir contiene anche una grande varietà di composti bioattivi, tra cui acidi organici e peptidi che contribuiscono a renderlo ottimo per la salute.

Le versioni senza latte e derivati del kefir si possono fare utilizzando acqua di cocco, latte di cocco o altre bevande vegetali dolci. Va però detto che il profilo nutrizionale sarà inferiore.

Probiotico più efficace dello yogurt

Alcuni microrganismi possono avere effetti benefici sulla salute, se ingeriti. Conosciuti com probiotici, possono influenzare la salute in modi diversi e possono favorire la digestione, il controllo del peso e persino l’umore.

Lo yogurt è di certo l’alimenti probiotico più conosciuto in occidente, ma il kefir è molto più potente. I grani di kefir contengono circa 30 ceppi di batteri e di lieviti, che lo rendono una ricca e diversificata fonte di probiotici. Altri prodotti simili sono realizzati con molti meno sforzi e non contengono lieviti.

Proprietà antibatteriche

Si ritiene che alcuni probiotici presenti nel kefir facciano da protezione contro le infezioni. Tra questi, il probiotico Lactobacillus kefiri, presente solo nel kefir. Alcuni studi dimostrano che questo probiotico inibisce la crescita di vari batteri nocivi, tra cui la salmonella, l’helicobapter pylori e l’E.coli.

Inoltre, il kefiran, un tipo di carboidrato presente nel kefir, ha proprietà antibatteriche.

kefir-grainsSalute delle ossa e osteoporosi

L’osteoporosi è caratterizzata dal deterioramento del tessuto osseo ed è una patologia molto diffusa in occidente.

E’ particolarmente comune tra le donne anziane e può aumentare in modo importante il rischio di fratture. Garantirsi un corretto apporto di calcio può avere la sua efficacia nel rallentare la progressione dell’osteoporosi e mantenere intatta la salute delle ossa.

Il latte di kefir non rappresenta solo una grande fonte di calcio, ma anche di vitamina K2. Questo nutriente è importante per il metabolismo del calcio e la sua integrazione si è dimostrata utile nella riduzione delle fratture osse dell’81%.

Dei recenti studi condotti sugli animali hanno dimostrato che il kefir aumento l’assorbimento del calcio da parte delle cellule ossee. Questo porta ad un miglioramento della densità ossea.

Disturbi digestivi

I probiotici sono ottimi contro i problemi gastrointestinali. Il kefir in particolare aiuta a ripristinare l’equilibrio della flora batterica intestinale. E’ quindi altamente efficace per molte forme di diarrea.

Alcune prove dimostrano che i probiotici sono di grande aiuto con tutti i tipi di problemi digestivi, tra cui la sintrome dell’intestino irritabile e le ulcere causate dall’infezione H. pylori.

Innocuo per chi è intollerante al lattosio

Il kefir è generalmente ben tollerato. I normali latticini contengono uno zucchero noto come lattosio. Molte persone lo digeriscono correttamente, altri non riescono a metabolizzarlo e sono intolleranti. I batteri che si trovano nel kefir, però, trasformano il lattosio in acido lattico ed enzimi che lo annullano quasi completamente.

Migliora i sintomi allergici

Le reazioni allergiche sono causate da una risposta infiammatoria contro sostanze ambientali innocue.

Persone con un sistema immunitario ipersensibile sono più inclini alle allergie, che possono provocare condizioni di asma. Il kefir ha dimostrato di sopprimere le risposte infiammatorie correlate ad allergie e asma.

Facile da preparare

Il latte di kefir si trova ormai molto facilmente anche al supermercato, ma si può anche preparare in casa. I grani di kefir si possono acquistare in alcuni negozi di alimenti naturali e sono disponibili anche online.

KEFIR di LATTE - Preparazione
Introdurre in un vasetto di vetro (o di plastica) un cucchiaino di kefir.

Aggiungere 200 ml di latte, meglio se biologico. Appoggiare il coperchio sul vasetto (non chiuderlo, perché il kefir deve respirare) e lasciarlo dalle 12 alle 36 ore a temperatura ambiente. Trascorso questo tempo, filtrare con un colino di plastica il kefir (è importante non usare materiali metallici a contatto con i grani perché potrebbero esserne contaminati) – che sarà pronto da consumare, o che si potrà conservare in frigorifero fino a 3 giorni dopo – e riporre nuovamente i granuli nel vasetto con del nuovo latte, pronti a ripetere il processo di fermentazione.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Altre notizie