COME MANTENERSI IDRATATI SENZA BERE ACQUA

body-waterIl 70% del nostro organismo è costituito da acqua. L’acqua è una componente estremamente importante per la nostra sopravvivenza quotidiana. Non è un caso che tutti ci esortino a berne in quantità. Molti di noi, però, spesso si dimenticano di bere a sufficienza, oppure hanno un lavoro che impedisce loro di fare eccessive soste alla toilette.

Eppure, un corpo idratato è un corpo che funziona bene. E’ in grado di assumere in modo migliore le sostanze nutrienti dal cibo per rifornire alle cellule sufficiente ossigeno e ripulirsi dalle sostanze di scarto. L’acqua è estremamente importante non solo per queste funzioni, ma anche per assicurarsi che il corpo sia alla giusta temperatura, per eliminare le tossine e mantenere un ambiente umido intorno a tessuti e articolazioni.

Un corpo disidratato è un corpo gonfio. Il corpo entra in modalità di sopravvivenza, perché pensa di dover affrontare una condizione di siccità, se non viene costantemente idratato. Bere è quindi la soluzione migliore.

C’è però anche chi non ama l’acqua, oppure non riesce a bere a sufficienza. In questo caso, vengono in aiuto alcuni alimenti che sono particolarmente ricchi di acqua. Generalmente, gli alimenti di origine vegetale rappresentano una grande fonte di idratazione per il corpo. Essi contengono molta acqua, rispetto al loro peso, fino al 75-95%. Anguria, pompelmo, sedano e broccoli sono costituiti dal 90% di acqua. Gli alimenti ricchi di acqua non solo idratano, ma forniscono anche la quantità necessaria di antiossidanti, vitamine, minerali e aminoacidi, oltre che essere una fonte di zuccheri naturali.

Non sono solo gli alimenti vegetali ad essere ricchi di acqua. Anche i frutti di mare e i latticini a basso contenuto di grassi hanno proprietà idratanti. Lo yogurt è costituito da circa l’85% di acqua e i frutti di mare di circa il 70%.

Fermo restando che nulla può sostituire l’acqua e che questi suggerimenti non sono intesi a consigliare di smettere di bere, ecco qualche strategia per compensare la bassa quantità di acqua che si beve.

  1. Consumare grandi quantità di frutta e verdura. L’ideale sarebbero 2 o 3 porzioni a pasto.
  2. Evitare o ridurre il consumo di carne. La carne è più difficile da digerir e mette sotto pressione i reni. Meglio rimpiazzare la carne con le verdure.
  3. Frutta e verdura non sono mai troppe. Per questo è possibile assumerne anche attraverso dei frullati a partire dalla colazione. Questa scelta farà una grande differenza per l’organismo.
  4. Usare sale di qualità per cucinare. Rimpiazzare il sale da tavola con il sale marino o con il sale rosa, che sono più ricchi di minerali traccia. Inoltre, il sale marino contiene meno sodio rispetto al sale da tavola.
  5. Sono ottime anche le tisane: ricche di antiossidanti, sono l’ideale per rimanere idratati.
  6. Consumare succhi e frullati freschi è un’ottima strategia per aumentare l’assunzione di liquidi e di nutrienti.
  7. Un’ottima alternativa à l’acqua di cocco, salutare e gustosa. Bisogna solo assicurarsi che non ci siano zuccheri o conservanti aggiunti.
  8. Chi non ama le verdure, può aggiungerle in deliziose zuppe. Questa scelta è vantaggiosa perché permette di introdurre tutto ciò che occorre: acqua e vegetali contemporaneamente.
  9. Non consumare mai più di 3 caffè al giorno. Essendo un diuretico, il caffè stimola ad urinare molto più spesso, causando disidratazione.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it

Altre notizie