NOVITA’: BANCHI A PEDALI NELLE SCUOLE USA

I bambini amano muoversi ed è questo uno dei motivi per cui molte scuole hanno incorporato l’attività fisica in aula.

Diversi istituti in varie parti degli Stati Uniti, adesso, stanno cercando qualcosa di nuovo per aiutare i bambini ad imparare meglio e più velocemente. I risultati di un programma chiamato Read and Ride (*trad: Leggi e Corri) hanno dimostrato che aumentare la percentuale di apprendimento e l’amore per la lettura è semplice quanto andare in bicicletta. Difatti, questo è ciò che i ragazzini stanno facendo in queste scuole.

Arkansas, Ohio e North Carolina sono solo alcuni degli stati dove nelle scuole sono stati introdotti i banchi a pedali in aula. Si tratta di normali banchi che hanno però, al di sotto, proprio dei pedali, che i bambini possono utilizzare durante lo studio. Gli studenti pedalano mentre partecipano alle attività regolari in aula e, essendo i pedali silenziosi, non interferiscono affatto con le attività di classe. Tra l’altro sono stati studiati per essere portatili, così da poterli facilmente spostare da un’aula all’altra.

Quest’idea rappresenta anche un’ottima soluzione per sopperire all’inattività dei mesi invernali, quando i giochi all’aperto non sono consentiti dalle temperature rigide.

Le scuole hanno anche saputo gestire a basso costo il reperimento delle attrezzature. Una scuola ha chiesto di raccogliere le cyclette che giacevano inutilizzate a casa dei genitori. Un’altra scuola ha utilizzato una borsa di studio in educazione fisica per acquistare gli attrezzi. Un insegnante sta addirittura raccogliendo fondi per l’acquisto di generatori per le cyclette, in modo che gli studenti possano vedere come la loro energia sia in grado di alimentare le luci in aula!

Nel 2010 il CDC ha pubblicato un rapporto che riassume una serie di studi che hanno esaminato gli effetti dell’attività fisica sull’apprendimento e il comportamento nei bambini in età scolare. Nove studi hanno contemplato brevi pause di attività fisica tra una lezione e l’altra. Questa strategia avrebbe influenzato positivamente le capacità cognitive (attitudine, attenzione, memoria) e atteggiamenti (umore); comportamenti accademici (concentrazione e raggiungimento degli obiettivi); rendimento scolastico (punteggi dei test, lettura e matematica). Gli studi dimostrano perciò che l’esercizio fisico migliora l’attività cerebrale, ma anche che praticarlo mentre si apprende stimola la crescita. Del resto, i bambini amano muoversi e gli insegnanti perseguono volentieri risultati migliori in classe. Questi studi riportano risultati paralleli ad altre ricerche:

  • le tre classi che hanno frequentato l’aula Read and Ride dalle 4 alle 6 volte minimo durante l’anno hanno raggiunto il 41% di competenza in lettura

  • le tre classi che avevano i propri banchi a pedali, che utilizzavano dopo aver fatto i compiti, hanno raggiunto il 55,5% di competenza in lettura

  • le tre classi che hanno frequentato la sala Read and Ride tra le 29 e le 57 volte durante tutto l’anno, hanno raggiunto l’83% di competenza in lettura

Un programma che sicuramente è destinato ad avere anche altri scopi in futuro, come combattere l’obesità. Non a caso, mentre il problema continua a rappresentare un grosso peso sul bilancio sanitario, una società di design americana ha pensato di realizzare un nuovo tipo di banco che possa soddisfare questa risposta. La Kidfit ha sede in California e già produce apparecchiature per l’attività dei giovani. Ora sta progettando una gamma di banchi cinestetici. La ditta sta anche progettando un modello definito “pogo” che permette al bambino di compiere un piccolo balzello sulla sedia in modo da migliorare la postura e rafforzare i muscoli. Questa strategia, sostengono i progettisti, sarà anche di aiuto nell’equilibrare il bisogno di dimenarsi e agitarsi associato ai banchi statici, ma non rappresenterà alcuna distrazione dal lavoro di apprendimento previsto. Tutti questi movimenti supporteranno il cervello, aumentando la connessione tra i neuroni motori, aiutando la concentrazione e la memoria.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Altre notizie