SPIRITUALITA’ E DIETA VEGETARIANA

spiritual-dietSono molte le persone che si trovano sul sentiero della spiritualità e che suggeriscono che il vegetarianesimo sia il modo migliore per essere spiritualmente più evoluti e per essere compassionevoli nei confronti di tutti gli esseri viventi.

Ma è proprio così? Quale etica alimentare si dovrebbe seguire per condurre una vita spirituale coerente?

Essere vegetariani è un’ottima scelta, ma di per sé non è questo a rendere una persona più evoluta dal punto di vista spirituale. La spiritualità è un approccio interiore che si completa all’esterno in tutti i vari ambiti della vita, compreso l’alimentazione e molto altro. La spiritualità è un livello di coscienza in cui si fanno dei costanti cambiamenti verso un livello superiore di integrità e benessere.

Quando si pensa alla spiritualità bisognerebbe immaginare un albero che cresce. L’albero crescendo mette molte radici e si crea un equilibrio magnifico tra radici e rami. Per avere una coscienza equilibrata, è necessario disporre di spiritualità interiore ed esteriore: la spiritualità deve avere radici nel solide a terra e rami ben sospesi in aria. Da un lato è necessario promuovere l’espansione della coscienza, dall’altro è necessario mostrare i frutti di questa espansione.

Ciò che mangiamo ha un’influenza su come ci sentiamo e sulla costruzione del nostro corpo fisico, emotivo e mentale. Ciò che mangiamo attrae energie simili a noi e ci spinge verso un livello di consapevolezza simile nelle dimensioni fisiche e più sottili. Quando si fanno scelte alimentari basate su dei fatti e una comprensione illuminati e quando i nostri corpi sono pronti, è possibile mangiare semplicemente ed essere molto energici e in salute. Le scelte nella nostra vita materiale dipendono dal livello della nostra coscienza. Quando questa si evolve, intacca tutte le nostre abitudini, a cominciare da quello che mangiamo, fino al modo in cui esprimiamo i nostri sentimenti e i pensieri e alle scelte di ogni giorno.

Anche la comunità medica sta iniziando a supportare sempre più ampiamente una dieta vegana; esistono anche diversi studi che mostrano come alcuni alimenti e comportamenti influenzino la salute del nostro cervello e del sistema nervoso.

E’ proprio quando si espande la coscienza, però, che si fanno naturalmente le giuste scelte alimentari, in base alle esigenze della propria salute e l’etica per la vita. A quel punto, qualsiasi cosa che si sceglierà di mangiare o di bere farà parte di un piano globale che farà tendere verso la perfezione. Questo includerà l’astensione da tutto ciò che crea dipendenza, come le droghe, l’alcol e i comportamenti a rischio; così come l’egocentrismo e i fanatismi. Questa è la condizione ideale in cui l’essere spirituale si ritrova senza nemmeno rendersene conto. Non per niente sono molti i vegani o vegetariani che non consumano carne, ma sono dipendenti da moltissime altre cose o da sentimenti tossici.

Le scelte alimentari dovrebbero essere effettuate attraverso il corpo, la mente e lo spirito che agiscono in armonia. Una volta che ci si concentra sui centri superiori, le scelte diventano semplici e naturali. Inoltre, quando si raggiunge questo genere di consapevolezza, si smette anche di giudicare gli altri e le loro scelte. Anche criticando gli altri, infatti, avveleniamo i nostri sentimenti con parole e pensieri superflui.

Del resto, non esiste una dieta che vada bene per chiunque in qualunque momento: ciascun individuo, per evolvere, ha la necessità di conoscere se stesso e capire cosa risponde meglio alle sue esigenze per stare bene. Ogni persona deve scoprirlo da sé e deve arrivarci senza alcuna forzatura.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.