Come ritrovare energia e vigore senza ricorrere alla caffeina

woman-waking-upLa caffeina ha delle proprietà benefiche e protettive, come diversi studi scientifici hanno dimostrato.

Può proteggere dal cancro alla pelle, dall’Alzheimer, aiutarci a mantenere un peso sano e contribuire alla longevità.

Nonostante questo, l’abuso di caffeina è estremamente dannoso; senza considerare che molti soggetti, in alcuni periodi della vita, si trovano costretti a evitarla del tutto. Ad alcune persone provoca ansia, nervosismo e irrequietezza. Alcuni hanno difficoltà a dormire se ne assumono troppa, oppure si ritrovano con il mal di stomaco. Spesso la caffeina causa sbalzi di umore e irritabilità e può persino contribuire ad accelerare il battito cardiaco e a stimolare tremori muscolari.

Cosa fare, quindi, quando il riposo notturno è stato insufficiente, quando si cerca di mantenersi attivi durante la giornata ma gli occhi sono troppo pesanti per rimanere aperti? Normalmente ci si affida a una tazza di caffè o a una bevanda energetica. Questi prodotti sono però assai dannosi, perciò è preferibile optare per una delle alternative più sane e naturali a disposizione.

Cambiare posizione

Lo yoga può aumentare l’energia in modo naturale. L’energia si sblocca lungo la spina dorsale, portando forza vitale nel corpo attraverso il respiro e il movimento. Alcune posizioni yoga possono quindi aiutare a contrastare l’effetto di un lungo periodo sedentario. Quando si rimane seduti o sdraiati a lungo, infatti, l’energia nella spina dorsale rimane bloccata e stagnante. Così, quando la allunghiamo si eccita il sistema nervoso. Ecco perché stirarsi appare così tonificante. Basta provare a incurvare la schiena mantenendo le mani in zona lombare, aprire il torace e inspirare profondamente. Un’ottima posizione yoga per raggiungere questo scopo è quella della mezza luna.

Uscire

Specialmente se si lavora in ufficio, uscire a prendere una boccata d’aria può risvegliare il cervello. Anzitutto si fa movimento, poi si può godere di qualche minuto di sole e di aria fresca. Il cambiamento di scenario contribuisce a rompere la monotonia di un ambiente sterile. Se è possibile, meglio fissare una riunione fuori dall’ufficio, per cambiare ambiente.

Muoversi

Fare una passeggiata aiuta a rimettere in circolo l’energia. Qualche saltello, oppure fare le scale, accentuerà questo effetto. L’esercizio fisico fa battere il cuore e aumenta la circolazione nel cervello, contribuendo a migliorare l’attenzione.

Annusare dell’olio essenziale

Gli oli di agrumi, menta e gelsomino sono noti per contribuire a migliorare la vigilanza. Dopo qualche ora alla scrivania, quando si inizia a sentire la stanchezza, si può strofinare un po’ di olio sui polsi o sulle tempie. In qualche caso anche nell’area adiacente al labbro superiore. Oppure si può imbevere un batuffolo di cotone da tenere dietro la tastiera.

Fare una telefonata

Anche cinque minuti a parlare con qualcuno, purché non sia di lavoro, può aiutare a svegliarsi. Si può chiamare un amico, un fratello, la mamma, giusto per essere certi di non passare troppo tempo a chiacchierare, ma solo quello indispensabile a riprendere vigore.

Mordere una mela

Gli zuccheri naturali presenti nelle mele aiutano a svegliarsi e grazie all’elevato contenuto di fibre, questi si muoveranno lentamente nell’organismo e, dopo poco, non si verificherà il classico down. Inoltre, sono facili da portare ovunque!

Bere un po’ di acqua

La stanchezza può spesso derivare dalla disidratazione. Ecco perché bere un sorso di acqua può aiutare a svegliarsi.

Indossare le cuffiette

La musica aiuta istantaneamente, in caso di crollo dell’attenzione e di stanchezza improvvisa. Inoltre, migliora l’umore. Si può addirittura creare una playlist che includa tutti quei pezzi che normalmente stimolano il ballo, così da averla sempre a portata di mano.

Riposare gli occhi

Lunghe ore a fissare lo schermo del computer causano un grande affaticamento degli occhi. La stanchezza in alcuni casi può derivare anche solo da questo. Vale allora la pena prendersi un pausa almeno una volta ogni ora. Guardare dalla finestra, lontano dallo schermo. Cinque minuti con gli occhi rivolti altrove può aiutare a sentirsi più vigili.

Fare qualcosa di nuovo

Fare le stesse cose di continuo può stancare più rapidamente. A volte è possibile cambiare mansione, anche solo per qualche minuto, per risvegliarsi.

Ridere

La risata risveglia in modo puro e semplice. Si può dare uno sguardo a una pagina web divertente, oppure optare per un video su Youtube. Basta però darsi un limite di tempo: anche solo 5 minuti di risate possono fare una grande differenza.

Alleggerirsi

Quanti strati di vestiti indossiamo normalmente? A volte quando sopraggiunge la stanchezza, il cervello inizia ad appannarsi e non ci rendiamo conto che in realtà abbiamo caldo. Si può quindi provare a togliersi il maglione o la giacca per prendere un po’ di fresco e sentirsi improvvisamente più svegli!

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.


Altre notizie