LA DIETA NUTRITARIANA – Come bloccare la fame tossica

Il Dott. Joel Fuhrman è famoso in tutto il mondo per la sua Dieta Fuhrman e per avere scritto numerosi libri sull’alimentazione, che hanno riscosso un successo mondiale. Dopo la laurea, Fuhrman si è dedicato alla cura dell’obesità e delle malattie croniche, ricorrendo alle tecniche naturali. Con la celebre Dieta Fuhrman ha diffuso l’equazione

Salute = sostanze nutritive / calorie

Adesso Fuhrman ritorna con un nuovo libro, La Dieta Nutritariana – L’Alimentazione che Impedisce Scientificamente di Ingrassare.

Il nuovo lavora svela alcune verità a proposito della dipendenza dal cibo, della fame tossica e degli eccessi alimentari. Ma, soprattutto, promette di liberare il lettore proprio da quella tipica voglia incontrollabile di cibi malsani, dai farmaci superflui e anche da qualche effettivo disturbo fisico.

Convinto che un’alimentazione sana sia la medicina più efficace, Fuhrman sostiene che in confronto molti farmaci siano inutili, perché spesso il motivo per cui si assumono deriva da sintomi provocati proprio da una cattiva dieta.

Il Dott. Fuhrman spiega come i quattro macronutrienti che assumiamo dal cibo – il quale fornisce calorie e nutrienti – sono grassi, carboidrati, acqua e proteine. Per dimagrire sia necessario mangiare meno grassi, meno carboidrati e meno proteine, riducendo così l’apporto delle calorie. Il segreto, però, non è quello di tenere il conto delle calorie, quanto di soddisfare il fabbisogno di macronutrienti senza esagerare e di assumere in contemporanea la corretta quantità di micronutrienti. Si parla di vitamine, minerali, fibre e agenti fitochimici. La maniera più certa per ottenere questi elementi dall’alimentazione è quella di consumare cibi vegetali, senza trascurare gli ortaggi colorati, come broccoli, cipollotti e pomodori. Alcune ricerche avrebbero difatti rilevato che, negli Stati Uniti, in tavola sono poco presenti gli ortaggi colorati e questo sarebbe il motivo alla base dell’aumento di casi di cancro e malattie autoimmuni.

Un’altra caratteristica dei micronutrienti è inoltre quella di contenere fibre e acqua, fondamentali per una buona salute. E’ doveroso poi sottolineare il loro ridotto apporto calorico.

Ciò che fa la differenza è che quando si consumano micronutrienti in quantità, automaticamente meno cibo spazzatura desideriamo e, come conseguenza, finiamo per perdere peso e sentirci molto meglio. Piatti che un tempo sembravano irresistibili, improvvisamente non saranno più così attraenti e, nel contempo, anche le pessime abitudini alimentari innescate da situazioni emotive verranno abbandonate.

Oltre ai consigli nutrizionali di natura generica, questo libro offre anche diversi spunti per mettere in pratica lo stile di alimentazione nutritariano, fornendo prima una sorta di campo di addestramento per imparare il piano e poi delle gustose da ricette per metterlo in pratica quotidianamente. Con la possibilità di adattare i consigli ai propri gusti ed esigenze, aumentando notevolmente le probabilità di raggiungere uno stato di salute ottimale.

La Dieta Nutritariana La Dieta Nutritariana
L’alimentazione che impedisce scientificamente di ingrassare
Joel Fuhrman

Compralo su il Giardino dei Libri

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

 

Altre notizie