SPORT: E’ MEGLIO ALLENARSI A DIGIUNO?

woman-at-the-gymA lungo si è detto che bisogna evitare di mangiare poco prima di allenarsi, per evitare un picco di zuccheri nel sangue che poi si trasformi in un declino capace di rovinare la performance.

Il New York Times ha recentemente pubblicato un articolo che distrugge questo dogma del fitness e lo definisce un mito. La ricerca più recente ha dimostrato che mangiare prima di allenarsi non ha necessariamente un impatto negativo.

L’autore ha citato in particolare uno studio, in cui alcuni ciclisti hanno assunto delle bevande zuccherate prima di un allenamento e sono stati in grado di completare un faticosissimo giro di 20 minuti senza alcun problema. E’ stato anche osservato dalla ricerca che mangiare carboidrati facilmente digeribili prima dell’allenamento consente di lavorare più a lungo.

Detto questo, per il momento la maggior parte degli studi clinici sostiene che saltare i pasti prima di praticare attività fisica è la scelta migliore, specialmente se si è interessati a massimizzare il potenziale brucia-grassi.

Quando ci si allena a digiuno, si costringe il corpo a eliminare il grasso in eccesso, visto che i processi di combustione dei grassi del corpo sono controllati dal sistema nervoso simpatico, che si attiva quando si fa esercizio a digiuno.

La combinazione di digiuno e allenamento, massimizza l’impatto dei fattori e dei catalizzatori cellulari, che forza il consumo di grasso e di glicogeno al fine di produrre energia.

Uno studio ha ad esempio rivelato che il digiuno prima dell’allenamento aerobico porta alla riduzione sia del peso corporeo che del grasso, mentre mangiare prima di fare attività fisica riduce solo il peso.

La combinazione di allenamento e digiuno ha anche un enorme impatto sullo stress ossidativo, andando a beneficiare sulla salute dei muscoli. Questo avviene grazie alla stimolazione della produzione di glutatione nei mitocondri, che aumenta la capacità muscolare di utilizzare l’energia, genera più forza e resistenza alla fatica.

Quindi, l’allenamento senza mangiare contrasta tutte le principali determinanti dell’invecchiamento muscolare. Ma non solo! Quando combinati, attività fisica e digiuno innescano un meccanismo che ricicla e ringiovanisce il cervello e i muscoli.

Il meccanismo di riferimento è quello della stimolazione dei geni e dei fattori della crescita a rigenerarsi. Quindi questo tipo di abitudine aiuta effettivamente a mantenere il cervello, le fibre muscolari e l’apparato neuro-motorio biologicamente giovani.

Per ottimizzare il tutto, l’ideale è allenarsi di prima mattina, quando lo stomaco è vuoto. Questo perché mangiare un pasto completo, in particolare carboidrati, prima dell’esercizio fisico, inibisce il sistema nervoso simpatico e riduce l’effetto brucia-grassi. Anzi, mangiare carboidrati attiva il sistema parasimpatico, che promuove l’accumulo di energia: il contrario di ciò a cui si vuole arrivare!

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Running
Dalla poltrona alle gare in 12 settimane

Chi Running
Un rivoluzionario approccio naturale alla corsa

Altre notizie