LA TOP 10 DEI CIBI MENO SALUTARI

extreme-junk-foodL’affermazione “tanto tutto provoca il cancro” è diventata quasi un’iperbole popolare.

Una sorta di giustificazione verso se stessi per scusa i fallimenti della propria dieta e del proprio stile di vita, specialmente quando si è davvero a rischio.

La verità è che davvero moltissimi cibi comunemente commercializzati e consumati provocano il cancro, ed è scientificamente provato che lo facciano anche in maniera sostanziale.

Se si volesse stilare una classifica dei 10 cibi più malsani, che causano il cancro e che non bisognerebbe mai mangiare, ci sarebbero i seguenti.

  1. Alimenti geneticamente modificati: i cibi OGM non trovano spazio in una dieta anticancro, specialmente perché è stato dimostrato che insieme alle sostanze chimiche utilizzate per coltivarli, questi alimenti provocano una rapida crescita del tumore. Gli OGM si possono trovare ovunque, specialmente nei derivati alimentari a base di mais, soia e olio di canola convenzionale. Meglio quindi optare per lo stesso genere di prodotti con certificazione biologica, che vengono coltivati in maniera naturale.
  2. Carni processate: i prodotti più elaborati a base di carni contengono conservanti chimici che li fanno apparire freschi e accattivanti, ma che possono essere anche la causa del cancro. Sia il nitrito che il nitrato di sodio sono collegati a un aumento significativo di rischio di cancro al colon e altre forme della stessa malattia. Occorre quindi scegliere solo prodotti a base di carne fresca e preferibilmente proveniente da bestiame nutrito con erba.
  3. Popcorn per il microonde: sembrano accattivanti, ma i sacchetti di popcorn per il microonde sono rivestiti di sostanze chimiche correlate non solo a infertilità, ma anche a tumore a fegato, testicoli e pancreas. L’acido perfluorottonico che si trova nei rivestimenti dei sacchetti è stato riconosciuto come probabilmente cancerogeno e diversi studi indipendenti hanno collegato questa sostanza allo sviluppo del tumore. Analogamente, il diacetile utilizzato nei popcorn è riconosciuto come una delle cause di danni polmonari e cancro.
  4. Bibite: proprio come le carni processate, le bibite provocano il cancro. Sovraccariche di zucchero, di prodotti chimici e di coloranti alimentari, le bibite acidificano il corpo e letteralmente nutrono le cellule tumorali.
  5. Bevande dietetiche: ancora peggio delle tradizionali bibite zuccherate, quelle che riportano l’etichetta “senza zucchero”contengono aspartame, uno dei dolcificanti artificiali più comuni, che può causare una serie di malattie come difetti di nascita e cancro. Anche il sucralosio, la saccarina e altri dolcificanti artificiali comportano i medesimi rischi.
  6. Farina bianca raffinata: è un ingrediente comune degli alimenti industriali, ma il suo contenuto di carboidrati in eccesso è serio motivo di preoccupazione. Uno studio pubblicato sulla rivista Cancer Epidemiology, Biomarkers and Prevention ha rivelato che il consumo regolare di carboidrati raffinati è collegato a un aumento del 220% del cancro al seno nelle donne. Gli alimenti ad alto indice glicemico in generale hanno dimostrato di aumentare rapidamente i livelli di zucchero nel sangue, alimentando di conseguenza la crescita e la diffusione delle cellule cancerogene.
  7. Zuccheri raffinati: lo stesso vale per questi prodotti, che tendono a far salire rapidamente i livelli di insulina, alimentando la crescita delle cellule tumorali. Dolcificanti ricchi di fruttosio, come lo sciroppo di mais, sono particolarmente offensivi, poiché le cellule cancerogene li metabolizzano facilmente e iniziano a proliferare. Dal momento che biscotti, dolci, torte, bibite, succhi di frutta e salse di derivazione industriale sono ricchi di questi ingredienti, ecco come mai i tassi di cancro sono in aumento in tutto il mondo.
  8. Mele, Uva e altra frutta NON biologica: molte persone sono convinte di mangiare bene quando acquistano la frutta al supermercato. Ma a meno che questi prodotti non siano biologici e coltivati senza pesticidi, possono rappresentare un rischio enorme! E’ stato provato che il 98% di tutti i prodotti convenzionali è contaminato da pesticidi cancerogeni.
  9. Salmone d’allevamento: un altro alimento cancerogeno, secondo il Dr. David Carpenter, direttore dell’Institute for Health and the Environment all’università di Albany. Secondo la sua valutazione, il salmone d’allevamento non solo è privo di vitamina D, ma è spesso contaminato da sostanze chimiche cancerogene come bifenili policlorurati, ritardanti di fiamma, pesticidi e antibiotici.
  10. Oli Idrogenati: sono comunemente utilizzati per conservare gli alimenti industriali e mantenerli a lungo intatti. Purtroppo, però, la loro presenza altera la struttura e la flessibilità delle membrane cellulari in tutto il corpo, aumentando il rischio di malattie debilitanti come il cancro. Alcuni produttori stanno eliminando l’uso di oli idrogenati e li stanno sostituendo con altre alternative più sicure, ma i grassi transgenici sono ancora ampiamente utilizzati negli alimenti industriali.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Guarire con il Metodo Gerson
Come sconfiggere il cancro e le altre malattie croniche – All’interno “Se Solo Avessimo Saputo…” IL FILM