5 CONSIGLI PER PROVARE LA SESSUALITA’ TANTRA

tantraChi non ne ha mai sentito parlare, deve sapere che il sesso tantra, fondamentalmente, coniuga l’energia fisica e l’energia spirituale dell’Universo in una sola, attraverso due persone che si connettono alle forze divine mentre fanno l’amore. E’ fondamentale sottolineare che l’esperienza sessuale che si prova con il tantra è molto diversa da ciò che mass media e industria pubblicitaria vogliono far credere. La sessualità tantra viene insegnata nelle culture Indù e Buddista e trova le sue radici nei tempi più antichi.

La nostra energia sessuale soddisfa un obiettivo affascinante e importante, che va oltre l’orgasmo, il piacere e la procreazione. Essa ci permette di connetterci alla Fonte, attraverso la stessa energia che ci ha dato forma.

Invece di basare il sesso sul raggiungimento dell’orgasmo, il tantra insegna a rallentare e a concentrarsi completamente sul partner. La sessualità sacra insegna anche ad allontanare il più possibile il momento dell’orgasmo, allo scopo di coltivare un’energia sessuale superiore e più profonda, oltre che una connessione più intima con il partner.

L’obiettivo ultimo è quello di risvegliare la kundalini, per raggiungere un più elevato stato di consapevolezza. Il sesso tantrico ha un approccio più spirituale e meditativo, rispetto al sesso che si basa esclusivamente sul desiderio carnale.

COME COMINCIARE

  1. Guardatevi negli occhi e respirate profondamente
    Enfatizzare la respirazione produce un livello più profondo di contatto. Questa pratica, da sola, permette di aprire il cuore e di sentirsi più vicini, più amorevoli e capaci di perdonare. Inoltre, il ritmo lento dell’amore tantrico porta ad esplorare la sensualità del corpo e della mente. Essendo gli occhi la finestra dell’anima, poi, guardarsi dritti negli occhi, senza distogliere l’attenzione, attiva una connessione a livello profondo, rendendo sacro il momeno di intimità. E’ utile sincronizzare la respirazione, inspirando il respiro del partner mentre questo espira, e viceversa. In questo modo, portate letteralmente dentro di voi il vostro partner, dividendo con lui ogni piccola parte di voi. Controllare il respiro è fondamentale per qualsiasi pratica di yoga e meditazione e vi aiuterà a coltivare meglio la vostra energia sessuale.
  2. Tenete gli occhi aperti e concentratevi sul vostro partner
    Il sesso tantrico insegna a non nascondere nulla al vostro partner e a rimanere aperti fisicamente, mentalmente e spiritualmente. Per raggiungere totalmente l’energia Divina, occorre sentirsi totalmente a proprio agio con il partner e a prestare attenzione nell’accoglierlo totalmente: il contorno del suo viso, le sfumature dei suoi occhi, la sua pelle, ecc. Notate quelle piccole cose che normalmente trascurate e ponete l’attenzione su tutto ciò che trovate travolgente in lei o lui. La maggior parte delle volte, mentre facciamo l’amore, chiudiamo gli occhi, allontanandoli dal nostro partner; questa cosa, in un certo senso, ci discosta dalla situazione, restringendo la nostra attenzione su ciò che proviamo, invece di creare uno spazio d’amore con il nostro partner.
  3. Assumere la posizione yab-yum
    Si tratta di una posizione (illustrata nell’immagine) che comporta un abbraccio esteso tra i due partner ad un profondo livello di intimità. E’ possibile anche stare seduti a gambe incrociate, uno davanti all’alta, con le ginocchia che si toccano. Continuate a guardarvi negli occhi e a praticare la respirazione illustrata in precedenza. Ricordatevi di respirare profondamente, perché una respirazione superficiale consuma velocemente l’energia. Lo scopo di questo esercizio è quello di raggiungere una vibrazione più alta, insieme al vostro partner.
  4. Fare tutto lentamente
    Quando si fa l’amore, non bisogna correre per raggiungere l’orgasmo. Abbracciate il vostro partner, baciatelo, accarezzatelo e godetevi ogni gesto pienamente. Certo che potete avere rapporti sessuali, ma provate a viverli in maniera più consapevole del solito. Provate a mantenere il più a lungo possibile la sensazione di eccitazione, senza arrivare all’orgasmo. Ci vorrà molta pratica, ma scoprirete che più ci proverete e più a lungo sarete capaci di trattenere quella carica e sentire l’eccitamento senza perdere il controllo.
  5. Prima di cominciare, massaggiatevi reciprocamente
    E’ possibile anche farlo in seguito, ma l’idea è semplicemente quella di amare e venerare il vostro partner, facendolo rilassare completamente e preparandolo a dare e ricevere energia superiore. Si può provare a massaggiare la schiena lungo la spina dorsale, dove hanno sede i chakra. Questo stimolerà il risveglio della kundalini, preparando entrambi a sperimentare la sacralità del sesso. Bisognerebbe anche stabilire insieme le vostre intenzioni, prima di inoltrarvi nel tantra, allo scopo di aprire un canale tra voi e il Divino, per connettervi più facilmente.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo a cura di ©generazionebio.com. E’ possibile riproporlo non a scopi commerciali e integralmente solo citando la fonte e con un link cliccabile che punti all’articolo originale.

Altre notizie