20 RIMEDI PER INFIAMMAZIONE E DOLORI ARTICOLARI

infiammazioneCos’avete fatto l’ultima volta che avete sentito dolore o avuto mal di testa? Avete preso un antidolorifico?

Se è così, avete potenzialmente sottratto al vostro corpo la sua capacità a lungo termine di affrontare il dolore. Ma non è colpa vostra.

Nessuno ci racconta mai la verità su infiammazione, dolore, dolore cronico, gotta, formazione di acido urico e tutto ciò che può limitare la migliore espressione di ciò che siamo.

Per capire davvero il dolore dobbiamo anzitutto comprendere 2 cose.

L’infiammazione lavora su due livelli: primario e cronico (o secondario).

INFIAMMAZIONE PRIMARIA
Questo è il normale processo di disintossicazione e riparazione. Quando questo è efficiente, il tutto avviene in modo completamente asintomatico. Ogni giorno, quando camminiamo, mangiamo, facciamo esercizio fisico, ci rilassiamo o respiriamo, il corpo deve purificarsi ed eliminare le tossine e riparare eventuali lesioni cellulari che possiamo avere subito.

Quando è in atto un’infiammazione primaria, non sentiamo dolore e non ci accorgiamo di ciò che accade.

INFIAMMAZIONE SECONDARIA
Si verifica quando il corpo inizia a gonfiarsi, bloccarsi, provare dolore fino a farci assumere antidolorifici o farmaci che allevino il problema. Quando si assumono dei farmaci a lungo termine, però, occorre tenere sotto controllo il fegato, perché la maggior parte degli antidolorifici indeboliscono quello che è considerato lo strumento principale di disintossicazione, innescando un circolo vizioso di dolore anche peggiore!

Perciò, per liberarsi dal dolore cronico è necessario capire quali sono i precursori, per trattare la causa del problema. Ma prima di tutto, è bene sapere quali sono le principali cause di dolore:

  • stress mentale
  • dolcificanti artificiali
  • fumo
  • caffeina
  • cibo industriale
  • latticini
  • zucchero
  • farina
  • alcol
  • inquinamento
  • carenza di sonno

Ecco cosa fare per supportare la risoluzione di eventi di dolore e iniziare a guarire la causa principale dell’interno.

carpal-tunnel-syndrome

E’ importante, prima di tagliare subito tutto ciò che non va, iniziare ad introdurre nella propria routine ciò che ha un impatto profondo in un periodo breve.

  1. SONNO
    La privazione del sonno provoca una risposta immunitaria elevata, così come una maggiore infiammazione. Questo può portare a diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari e ad una miriade di altre problematiche.
  2. OMEGA 3
    L’assunzione di integratori ricchi di questo nutriente aiuta il corpo ad avere più risposte infiammatorie primarie all’unisono, riducendo al minimo l’infiammazione cronica che causa dolore e sofferenza a molte persone. L’olio di krill è un’ottima opzione per assumere la giusta dose quotidiana di Omega 3.
  3. CONSUMARE VERDURE
    Le verdure verdi e i supercibi sono ricchi di sostanze fitochimiche, enzimi e sostanze nutritive. Presi a stomaco vuoto, questi nutrienti possono rafforzare e riparare le cellule. Per questo si raccomanda di iniziare la giornata con un bicchiere di acqua tiepida e limone, per attivare gli stessi processi digestivi che si ottengono dopo aver consumato un centrifugato di verdure.
  4. SALUTE INTESTINALE
    Gran parte della suscettibilità all’infiammazione dipende dall’intestino. E’ qui che risiede l’80% del sistema immunitario, perciò consumare alimenti ricchi di probiotici ripaga in termini di salute.
  5. IDRATAZIONE
    Una corretta idratazione è la chiave. Il corpo umano è costituito di acqua per l’80% circa. Perciò, avere il giusto apporto di acqua è di vitale importanza.
  6. TISANA ALLO ZENZERO E ALLA CURCUMA
    L’utilizzo di questi alimenti attraverso delle tisane fornisce risultati impressionanti. A volte si può aggiungere del miele, che non solo esalta il sapore, ma ne esalta il profilo aromatico.
  7. BAGNO AL SALE DI EPSOM
    Si tratta di un composto naturale minerale puro, composto da magnesio e solfato. Il magnesio è il secondo elemento più abbondante nelle cellule umane. Circa l”80% della popolazione ne è carente, spesso senza saperlo. Immergersi in questo bagno non solo aiuta a ridurre l’infiammazione, ma calma anche la mente e il corpo, fornendo anche il magnesio mancante.
  8. INTEGRARE IL MAGNESIO
    Un buon integratore di magnesio è ottimo per la salute intestinale e aiuta la disintossicazione, rilassando anche i muscoli del tratto gastrointestinale, favorendo i movimenti intestinali.
  9. OLI ESSENZIALI
    Sul dolore è molto efficace un massaggio utilizzando l’olio di menta piperita, ottimo su collo, schiena, ecc. Si consiglia di sperimentare con un paio di oli diversi, per scoprire il preferito. La lavanda è una grande opzione per indurre uno stato di calma. La menta piperita raffredda la zona, come farebbe una borsa di ghiaccio. Un altro olio essenziale efficace per l’infiammazione è il Frankinscense.
  10. SAUNA AGLI INFRAROSSI
    Chi tiene davvero alla propria salute dovrebbe considerare l’idea di investire nell’acquisto di una sauna o di cercare una palestra che ne abbia una di questo tipo. La tecnologia a infrarossi aiuta a stimolare la crescita dei mitocondri, riducendo e infine eliminando l’infiammazione. Questa sauna non è come quelle tradizionali: questo trattamento penetra più a fondo nelle cellule, riscalda il corpo dall’interno verso l’esterno. E’ un trattamento olistico stupefacente.
  11. CURCUMA
    Uno degli elementi in natura più efficaci nell’apportare sollievo al dolore, ha dalla sua parte più ricerche di qualsiasi altro alimento.
  12. CAIENNA
    Con il suo principio attivo, la capsaicina e le sue origini sudamericane, questa meravigliosa spezia distrugge letteralmente l’infiammazione. Meglio però non mangiare un peperoncino intero in una sola volta.
  13. ZENZERO
    Questa piccola radice contiene sostanze chimiche che aiutano l’infiammazione. Inoltre, è molto efficace quando si verificano disturbi intestinali, mal di pancia o indigestione, oltre che essere ottima per i dolori mestruali.
  14. ROSMARINO
    Questa è una di quelle cose facili da coltivare anche in giardino o sul balcone, pur essendo un principiante. Degli studi recenti hanno dimostrato che il rosmarino, anche se non ha i superpoteri di zenzero e curcuma, è in grado di combattere l’infiammazione grazie ai suoi ricchi contenuti di vitamina B6.
  15. SALVIA
    L’acido rosmarinico può essere facilmente assorbito dal tratto gastrointestinale e, una volta nell’organismo, agisce allo scopo di ridurre la risposta infiammatoria. Non solo aiuta con l’infiammazione, ma apporta un grande carico di antiossidanti. Aiuta anche la funzione cognitiva.
  16. CRIOTERAPIA
    La crioterapia consiste nell’entrare in una sorta di stanza dove l’aria diffusa è ad una temperatura molto bassa, sotto lo zero. Molti atleti vi si sottopongono, perché aiuta a ridurre il dolore e spesso a risolvere completamente alcuni disturbi.
  17. CANNABIS
    Questa erba molto potente contiene un cannabinoide, noto come cannabicromente, che ha dimostrato le sue proprietà antinfiammatorie.
  18. AGOPUNTURA E CROMOPUNTURA
    Nonostante lo scetticismo ancora diffuso, sono sempre più numerosi gli studi che dimostrano l’efficacia dell’agopuntura e della cromopuntura nella riduzione del dolore e nella diminuzione della somministrazione di farmaci antidolorifici in pazienti affetti da sindromi croniche.
  19. TAI CHI
    Uno studio recente ha dimostrato che il Tai Chi può ridurre l’infiammazione nei sopravvissuti al cancro al seno. Ci si concentra, attraverso un esercizio lento e una respirazione profonda, riducendo i livelli di stress e di infiammazione.
  20. TE’ VERDE MATCHA
    Questo tè riduce l’infiammazione e migliora la salute delle ossa nelle donne in post menopausa.

IL DOLORE E’ IN REALTA’ UNA COSA POSITIVA!
Per prima cosa, il dolore ci ricorda che siamo vivi. E, ancora meglio, che nella vita bisogna fare delle scelte e tutti possiamo scegliere di vivere al nostro meglio, senza dolore: dobbiamo solo decidere di farlo!

In secondo luogo, il dolore è come la spia dell’automobile: ci avverte che qualcosa sta succedendo nel nostro corpo. Spesso, il dolore è la manifestazione di qualcosa di più profondo. Questi segnali di pericolo ci permettono di ascoltarci e ricercare la salute e la felicità ottimale per noi. Basta volerlo!

Photo 1, Photo 2

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo a cura di ©generazionebio.com. E’ possibile riproporlo non a scopi commerciali e integralmente solo citando la fonte e con un link cliccabile che punti all’articolo originale.

Altre notizie