La medicina cinese e il fenomeno del QI

qi-chiChe cos’è il Qi e perché la scienza occidentale non è ancora riuscita a spiegare questo fenomeno?

La moderna ricerca nell’ambito dell’agopuntura ha cercato di comprendere il Qi e ha ipotizzato diverse possibilità riguardo la sua manifestazione biologica. Senza risultati significativi. Eppure il Qi può essere interpretato ed essere visto come energia vitale.

La Medicina Cinese è astratta, densa di immagini e concetti estranei all’Occidente. Difatti è molto diversa dalla Medicina Occidentale, a volte addirittura riduttiva. La biomedicina vede il corpo e la mente totalmente separate ed esistono specialisti per ogni area e funzione del corpo umano. La Medicina Cinese, al contrario, vede l’essere umano come un insieme integrato, un’unita coesa e divina, che deve essere trattata come tale sia nella vita quotidiana che in ambito medico.

Il Qi è davvero così esoterico come appare? Non proprio. Anzitutto, il Qi è a tutti gli effetti “materia sul punto di diventare energia o energia sul punto di materializzarsi”. In termini più occidentali: energia potenziale e cinetica. Ogni cosa al mondo ha sia un’energia potenziale che un’energia cinetica e, secondo la fisica e la legge della conservazione, l’energia non può essere creata naturalmente, ma solo trasferita da uno stato all’altro. Tenendo presente questo, il Qi può essere visto come la manifestazione dell’energia in uno stato di flusso, tra potenziale e cinetico. E’ per questa ragione che sezionando un corpo non si può vedere il Qi, ma è qualcosa che chiunque può percepire dentro di sé.

Chi pratica regolarmente Qi Gong, ad esempio, è in grado di sentire il movimento del Qi nel corpo. Si possono anche notare le differenze da una sessione all’altra, sulla base di ciò che accade nella persona in un dato momento, sia fisicamente che emotivamente. Il Qi Gong è essenzialmente un esercizio, ma anziché costruire i muscoli, costruisce la mente. Tenendo presente che il corpo e la mente devono essere considerai come un tutt’uno, il Qi Gong richiede rilassamento, respiro e apertura della coscienza. La mente guida e il Qi la segue. Se la mente non è aperta durante la pratica, i risultati sono insufficienti. Quanto più forte è la mente, più facile diventa coltivare e guidare il Qi. Niente a che vedere con l’intelligenza, ma più con lo stato di rilassamento e apertura che la mente è in grado di raggiungere. Questo si ottiene attraverso la pratica e passando dalla meditazione. Purtroppo lo stress della vita moderna ostacola questi processi.

Il Qi è stato descritto e quantificato in Occidente come la nostra carica bioelettrica. Per bioelettromagnetismo si intendono i campi elettrici e magnetici prodotti dalle cellule, dai tessuti e dagli organismi viventi. Durante una ricerca del 1960 gli scienziati hanno dimostrato l’effetto piezoelettrico delle ossa. Questo significa che in condizioni di stress meccanico, dei processi chimici convertono l’energia in corrente elettrica. Resta inteso che il corpo umano è costituito da diversi materiali elettricamente conduttivi e che esso formi un campo e un circuito elettromagnetico. Tutti gli esseri viventi su questo pianeta sono dotati di un certo livello di carica magnetica e/o energia elettrica. Gli esseri umani e alcune cellule vegetali sperimentano degli eventi elettrici noti come potenziali d’azione o impulsi nervosi, in cui i neuroni, le cellule muscolari e quelle endocrine facilitano la comunicazione inter-cellulare e attivano dei processi intra-cellulari. L’energia elettromagnetica viene continuamente generata nel corpo umano attraverso delle reazioni biochimiche, come quelle che si sperimentano assimilando cibo e aria.

Inoltre, siamo costantemente influenzati dai campi elettromagnetici esterni, come quelli della Terra, della Luna e delle grandi masse di acqua. Chiunque abbia mai praticato Qi Gong accanto a un fiume o all’oceano è in grado di attestare la differenza. Molti agopuntori utilizzano magneti o l’elettricità durante i loro trattamenti per questo motivo. Il dottor Robert O. Becker, autore del libro The Body Electric, riporta che la conducibilità della pelle è notevolmente superiore in corrispondenza dei punti dell’agopuntura. Questo libro, così come molti altri volumi sull’argomento, confermano il concetto di Qi come reale e scientifico.

La maggior parte delle persone vive la propria esistenza quotidiana senza sapere nulla del Qi. Poi esistono delle persone che in maniera innata sono in grado di vedere e lavorare con questi campi energetici. Queste persone sono davvero rare e sono i cosiddetti guaritori energetici. Per gli altri è richiesta una formazione completa e lo sviluppo della mente e del sistema nervoso per essere in grado di entrare in contatto con questo campo e per controllarlo. Ma è possibile.

L’antico popolo cinese non era a conoscenza dell’elettricità, eppure sapeva che quando un ago viene inserito nel corpo in un punto specifico, si produce una qualche forma di energia. Nella teoria dell’agopuntura, il Qi fluisce attraverso il corpo attraverso i meridiani che collegano tutta la struttura del corpo. I meridiani, nonostante non siano identificabili secondo la Medicina Occidentale, sono stati mappati, descritti in dettaglio e utilizzati dai medici cinesi per migliaia di anni. I meridiani contengono delle porte o dei punti lungo il loro percorso in cui ‘energia o Qi scorre in maniera efficace. Manipolando questi punti, è possibile influenzare il flusso del Qi lungo il meridiano, al fine di aiutare il paziente a ritrovare salute e benessere. Questo è il lavoro degli agopuntori, ma anche di tutti gli operatori che utilizzano altre tecniche per stimolare gli agopunti e trasmettere un messaggio al corpo che riporti l’equilibrio. Quindi la guarigione non sta nell’ago, ma nell’abilità dell’operatore di trasmettere il messaggio corretto nel momento giusto, per facilitare la guarigione naturale del paziente.

Che poi è lo stesso principio su cui si basa un’altra tecnica che lavora anche su meridiani, agopunti e altre aree riflesse del corpo: la Cromopuntura.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.


Altre notizie