SEI ALLERGICO ALL’INVERNO? SI’, E’ POSSIBILE!

winter-moodSi può essere allergici all’Inverno? La risposta è sì!

Alcune persone adorano il freddo, altre lo detestano. Altre ancora, ne sono allergiche a causa della cosiddetta orticaria da freddo.

Le persone affette da questo disturbo non solo non amano il freddo, ma i loro tessuti reagiscono alle temperature basse nello stesso modo in cui farebbero in presenza di un allergene. Le cellule del sistema immunitario iniziano quindi a rilasciare istamina e la pelle si arrossa. Questo può avvenire anche in estate, quindi, in presenza di aria condizionata. Questa reazione non avviene solo in ambienti freddi, però, ma anche quando si tenta di consumare bevande ghiacciate o gelati.

Il sistema immunitario è costituito da un’intricata rete progettata per proteggere l’organismo dai pericoli esterni, specialmente dagli organismi infettivi; esso comprende globuli bianchi, vasi linfatici, linfonodi e una serie di anticorpi specifici. L’allergia si verifica quando qualcosa nella funzionalità del sistema immunitario va storta. Le persone possono sviluppare allergie a una vasta gamma di cose, compreso polline, polvere, peli di animali, alimenti e virus. Alcune hanno la stessa reazione anche all’aria o all’acqua fredda.

Questa risposta allergica può assumere diverse forme: eruzioni cutanee ma anche stanchezza generale e una minore capacità di apprendimento. Anche un raffreddamento rapido, causato dall’evaporazione quando si esce dalla piscina dopo un bagno può causare orticaria da freddo, anche in una giornata calda. Naturalmente per le persone affette da questo disturbo, nuotare in acque molto fredde può essere molto pericolo, a volte addirittura letale.

Respirare aria fredda può innescare una congestione nasale, causata dall’impatto con quell’importante meccanismo di difesa che trasporta il muco. L’intero sistema respiratorio è rivestito da una mucosa molto sottile; l’aria fredda stimola un aumento della produzione di muco, che aumenta alle basse temperature. L’aria fredda colpisce poi i tessuti nasali, causando un rigonfiamento del naso e la dilatazione dei capillari che trasportano sangue caldo per riscaldare l’aria fredda. Il gonfiore dei capillari è il responsabile della congestione nasale.

Come per tutte le allergie, il passo più importante per trattarle è individuare cosa le scatena. Una volta che viene diagnosticata, infatti, è necessario cercarne le cause sottostanti. Può quindi essere utile sottoporsi ad esami del sangue per valutare la presenza di disturbi autoimmuni, infezioni o eventuali effetti collaterali dei farmaci. E’ infatti noto che medicinali come la penicillina, la pillola anticoncezionale e alcuni farmaci anti-fungini, possano scatenare il problema.

Normalmente, il trattamento per l’orticaria da freddo comporta evitare il freddo e assumere antistaminici prima dell’esposizione, per bloccare il rilascio di istamina in eccesso. Considerando che alla base c’è una cattiva funzionalità del sistema immunitario, però, per prevenire questa forma di disturbo è essenziale agire allo scopo di rinforzarlo. Un buon modo per innalzare al massimo delle potenzialità le proprie difese immunitarie, può essere quello di utilizzare, specialmente durante il periodo invernale, il Sistema Y-Age di LifeWave, noto per le sue proprietà benefiche sul sistema immunitario. Questo approccio dovrebbe costituire una buona parte del percorso verso una almeno parziale risoluzione del problema.

Si tratta di una patologia davvero molto rara, ma se si ha il sospetto di soffrirne, è possibile fare un semplice test. Se applicando un impacco ghiacciato sull’avambraccio per dieci minuti la pelle inizia ad arrossarsi, si può essere in presenza di orticaria da freddo.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Altre notizie