5 VITAMINE E MINERALI PER UN INVERNO IN SALUTE

healthy-winterSiamo nel pieno dell’inverno e con questa stagione la minaccia di raffreddore e influenza è più elevata che mai. Un rischio che si può però evitare, con qualche semplice accorgimento. Il nostro organismo ha bisogno di alcune sostanze nutritive e di vitamine per restare in forma in questa stagione. Ve ne sono alcune in particolari che sono più efficaci che mai nel tenere lontana la malattia e mantenere al suo apice la nostra energia.

FERRO
Perché ne abbiamo bisogno: la carenza di ferro, o anemia, si traduce spesso in un indebolimento del sistema immunitario, che porta ad un aumento della frequenza delle infezioni. La carenza di ferro provoca affaticamento (per mancanza di globuli rossi), vertigini e mal di testa. La letargia che colpisce le persone anemiche tende a tradursi in una diminuzione dell’attività fisica, aumentando i rischi di ammalarsi.

Come assumerlo: con una dieta equilibrata, non è difficile assumere ferro. In ogni caso, gli alimenti più ricchi di ferro sono manzo, lenticchie, spinaci, fagioli bianchi e persino la cioccolata fondente.

VITAMINA D
Perché ne abbiamo bisogno: la vitamina D è fondamentale per mantenere forte il sistema immunitario e tenere lontana l’influenza nella stagione fredda. Diversi studi hanno provato che le persone con livelli di vitamina D molto bassi hanno una probabilità maggiore di prendere il raffreddore, perché dotati di cellule immunitarie con una minore efficienza complessiva.

Come assumerla: gli esseri umani assorbono naturalmente la vitamina D attraverso la luce del sole, il che significa che è molto importante, durante l’inverno, trovare dei modi alternativi di assunzione. Gli alimenti che contengono vitamina D sono pesci grassi e tuorli d’uovo.

CARBOIDRATI COMPLESSI
Perché ne abbiamo bisogno: con le giornate che in inverno sono più corte, le persone si espongono meno al sole. Questo non solo riduce i livelli di vitamina D, ma ha anche un effetto diretto sul livello di serotonina nel cervello. Il risultato? La diminuzione dei livelli di serotonina è direttamente correlata alla depressione e ai problemi di salute che ne derivano. Il consumo di carboidrati complessi promuove la produzione di serotonina nel cervello.

Come assumerli: non tutti i carboidrati sono uguali. Quelli semplici, come il pane bianco, innescano un picco di insulina e possono causare affaticamento, mal di testa e irritabilità. Al contrario, i carboidrati complessi come i cereali integrali, le patate e la zucca stimolano la produzione di serotonina.

ZINCO
Perché ne abbiamo bisogno: il corpo umano richiede zinco per sostenere la corretta funzione immunitaria. Si tratta di una sostanza vitale per, tra gli altri processi, la crescita cellulare e la ripartizione dei carboidrati. Se si inizia ad assumere lo zinco entro 24 ore dalla comparsa dei primi sintomi di raffreddore, è probabile che la durata e l’intensità del disturbo si ridurranno.

Come assumerlo: lo zinco si trova all’interno di alimenti ad alto contenuto proteico, come manzo, maiale e agnello. Ma anche in cibi come noci, cereali integrali e legumi. La maggior parte dei multi-vitaminici contiene questa sostanza.

VITAMINA C
Perché ne abbiamo bisogno: la vitamina C protegge contro tutto, dalle malattie cardiovascolari fino alle rughe della pelle. Poiché questa vitamina aumenta l’immunità, è fondamentale rifornire il nostro organismo in inverno di vitamina C.

Molti studi, compreso questo pubblicato sul Medizinische Monatsschrift fur Pharmazeuten ha rilevato che la vitamina C rappresenta un fattore importante per contribuire ad un sistema immunitario sano. Inoltre, aiuta l’organismo ad assorbire il ferro sufficiente, come riportato da uno studio presente sul Journal for Vitamin and Nutrition Research.

Come assumerla: la vitamina C non viene prodotta nel nostro organismo, quindi è fondamentale osservare una dieta equilibrata che la possa offrire copiosamente. La vitamina C si trova in diversi tipi di frutta, compresi i kiwi, il mango e l’ananas, così come in alcune verdure come gli spinaci, i cavolini di Bruxelles e la zucca.

Fonte

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it

Altre notizie