Il solstizio d’inverno e il tradizionale rituale della luce

tea lights acceseNell’emisfero settentrionale, il solstizio d’inverno è il giorno dell’anno in cui il Sole raggiunge la sua altezza minima rispetto all’orizzonte. Il solstizio d’inverno segna il primo giorno della stagione invernale e varia di volta in volta.

L’inverno è la stagione che si dovrebbe dedicare al riposo e alla rigenerazione. Come espressione della natura, il solstizio d’inverno è il momento per riflettere sulle nostre credenze spirituali e sulla fiducia nelle nostre possibilità. Mentre aspettiamo il nuovo anno, possiamo cercarei modi per risolvere dei problemi e creare delle risoluzioni che manifesteranno un cambiamento in meglio per noi stessi.

L’inverno è il momento giusto per riflettere sulla nostra salute e sul nostro stile di vita. Si può cominciare guardandosi intorno: stiamo vivendo nel caos? La nostra casa è disordinata? Ci sono oggetti inutili ovunque? Si potrebbe iniziare a pensare di eliminare il superfluo e di disporre ciò che rimane, magari affidandosi al Feng Shui, in modo da ritrovare ordine anche nella vita.

Noi abbiamo a disposizione un tempio, che è il nostro corpo fisico: l’unica cosa che può proteggere la nostra anima. Quando il nostro corpo fisico non si trova in buono stato, tutto intorno a noi soffre di conseguenza. La nostra buona salute è tutto ciò che si frappone tra noi e il processo di invecchiamento. Più manteniamo il corpo in uno stato ottimale, più a lungo avremo a disposizione il nostro tempio per mantenere la nostra anima su questo piano terreno e imparare. La disintossicazione è il modo migliore per mantenere il corpo nel suo più elevato livello di funzionamento.
Consumando una dieta sana, dormendo un sonno di qualità e facendo un regolare esercizio fisico, ci si può mantenere in forma. Bisogna sempre cogliere le opportunità che ci vengono offerte e creare da sé quelle che non arrivano. Occorre trovare le proprie priorità e dare a queste la nostra energia. Questa è la stagione migliore per farlo: è il momento in cui abbiamo il dono della massima energia per utilizzare il potere che ci viene dato.

Celebrazioni del Solstizio d’Inverno

Il solstizio d’inverno è il momento della notte più lunga e del giorno più corto dell’anno. E’ un punto di svolta, il punto Yin più alto (raffreddante) in cui le notti si accorciano e i giorni si allungano passando all’energia Yang (riscaldamento). Il ciclo del buio svanisce e il potere del Sole risorge.

Comunemente associati al solstizio d’inverno sono festività come il Capodanno Cinese, Santa Lucia, i Saturnali, la nascita di Gesù, Hanukkah, Capodanno ed Epifania. Tutte le storie costruite attorno a queste celebrazioni derivano dal conflitto tra il buio e la luce.

Rituale della Luce

Nella notte più lunga e buia dell’anno, un rituale della luce è un’ottimo modo per ricordarsi della dualità yin/yang della nostra vita. Da sempre le candele sono utilizzate come terapia, non è un caso che esse compaiano anche in quasi ogni rituale religioso. Le candele si possono usare per unire il potere della mente, del corpo e dello spirito. Dai tempi antichi fino a oggi, le candele hanno illuminato il mondo: dalle feste alle cerimonie, fino ai proclami e le processioni. La fiamma della candela rappresenta una metafora per l’anima. Essa crea un’atmosfera quasi ipnotica in coloro che lasciano al suo potere la possibilità di portarli idealmente in una dimensione molto speciale.

Una candela agisce come un oggetto animato, una sorta di riflesso di noi stessi e del modo in cui possiamo agire. La candela riflette i cambiamenti spirituali ed etici che vorremmo realizzare in noi stessi. Essa brucia come ricordo e simbolo dei nostri desideri. A volte bisogna riporre i nostri sogni in una forza più potente di noi.

Come usare l’energia delle candele

Quando si decide di usare le candele, è sempre bene caricarle prima di accenderle. Basterà sedersi in un luogo tranquillo, tenere la candela all’altezza del cuore e visualizzare l’area della propria vita che si desidera modificare o ricaricare. Questo rito personalizzerà la connessione con la candela e farà in modo che l’energia necessaria a realizzare la nostra richiesta ci raggiunga in modo più diretto. Si comincia con un’affermazione positiva, sulla base di una specifica situazione.

Da una candela si può ottenere quanto le si offre in termini di intenzione. E’ necessario creare la propria realtà attraverso l’uso della nostra energia, delle nostre emozioni e visualizzazioni. Ciò che vogliamo può arrivare subito, oppure può richiedere un certo periodo di tempo: l’esperienza insegna che tutto si realizza al momento opportuno, secondo i tempi universali e non i propri.

  1. Ogni volta che accendiamo una candela, indichiamo sempre la nostra vera intenzione e facciamo un’affermazione positiva
  2. Bruciamo una candela in base al colore di cui abbiamo più bisogno
  3. Usiamo i 7 colori dei chakra e accendiamo una candela per ciascun colore, in modo che si irradi nella stanza un arcobaleno, che ha sempre un potere di guarigione sorprendente
  4. Bruciamo una candela mentre meditiamo: sediamoci davanti ad essa e concentriamoci sulla luce
  5. Bruciamo una candela composto da erbe e oli essenziali. Le proprietà di questi elementi si fonderanno con il potere della luce di manifestare un’azione positiva
  6. Accendiamo una candela per portare un cambiamento chiaro e trasformare le intenzioni in realtà.

Le candele possono creare qualsiasi stato d’animo, in base al colore e alla buona intenzione.

Utilizzare il potere della luce darà vita ad uno speciale solstizio d’inverno, che inaugurerà il cambio di stagione e permetterà di riflettere su ciò che tutto questo significa per noi.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it