RADIAZIONI CELLULARI E TEST TERMOGRAFICI

cell-lifewave1Negli ultimi anni, i telefoni cellulari e le radiazioni che emettono hanno destato una crescente preoccupazione per il loro potenziale pericolo.

Il settore delle telecomunicazioni si è scontrato con ricercatori e scienziati indipendenti sulla vera sicurezza dei telefoni cellulari, ma tutti concordano sul fatto che è necessario condurre maggiori ricerche.

L’uso dei telefoni cellulari nella nostra cultura è semplicemente astronomico, e continua a crescere, con un numero di abbonati ai servizi telefonici cellulari stimato in cinque miliardi di persone in tutto il mondo. Le società di telecomunicazioni hanno assicurato al pubblico che i telefoni cellulari sono sicuri da usare e rispettano tutti gli standard di sicurezza richiesti, ma i ricercatori indipendenti non sono d’accordo, e citano un insieme crescente di elementi di prova riguardo ai pericoli e agli effetti potenzialmente dannosi dell’uso dei telefoni cellulari.

Tutti i telefoni cellulari emettono radiazioni elettromagnetiche. Questo tipo di radiazioni sono considerate “non ionizzanti”, al contrario dei raggi x, dei raggi gamma e delle radiazioni emesse dal radon, che sono considerate radiazioni “ionizzanti” che aumentano il rischio di tumori. I rischi associati alle radiazioni elettromagnetiche sono ancora relativamente sconosciuti; queste radiazioni sono tuttavia assorbite dai tessuti molli del corpo nella zona posta in prossimità del telefono. Al momento, l’unico effetto biologico noto dell’energia di radiofrequenza è il riscaldamento. I forni a microonde usano questo tipo di radiazione per riscaldare il cibo.

I test termografici sono importanti per comprendere cosa avviene. La termografia rileva l’energia termica emessa da un oggetto: le telecamere ad infrarossi misurano questa energia, convertendo lo spettro infrarosso invisibile in immagini termiche che possono essere tradotte nelle immagini sottostanti. Esse mostrano gli effetti di riscaldamento dei tessuti in una conversazione telefonica di 15 minuti.

Il test mostra un aumento della temperatura in tutte le regioni del volto del soggetto. Non si conoscono gli effetti a lungo termine di questo riscaldamento sul corpo e la vera natura a lungo termine di cosa le radiazioni elettromagnetiche possano causare.

Secondo il National Cancer Institute, uno studio recente ha mostrato che quando le persone usano un telefono cellulare per 50 minuti, i tessuti del cervello sul lato in cui si trova l’antenna del telefono metabolizzano più glucosio dei tessuti posti sull’altro lato. Secondo i ricercatori, i risultati sono preliminari e i possibili effetti sulla salute di questo aumento nel metabolismo del glucosio sono ancora sconosciuti.

Sappiamo però che le microonde possono cuocere rapidamente il cibo. Molti utenti di telefoni cellulari hanno provato un’esperienza di calore al volto dopo aver conversato al cellulare. Possono gli effetti termici delle radiazioni del telefono cellulare alterare il DNA? Il riscaldamento delle zone interne del corpo alterano le proteine cellulari. Qualsiasi danno cellulare che va riparato influisce sulla futura generazione di cellule. La mutazione è vista come una possibile causa del cancro.

L’approccio attivo assunto da LifeWave rispetto a questa preoccupazione crescente ha portato allo sviluppo di un prodotto che riduce in modo significativo la quantità di radiazioni elettromagnetiche che raggiungono il corpo umano dai telefoni cellulari.

Questo prodotto si chiama Matrix e ha lo scopo di fornire una reale diminuzione delle radiazioni emesse dai telefoni cellulari.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Altre notizie