VIA LE INFEZIONI CON L’ARGENTO COLLOIDALE

colloidal-silverPiù di 90 anni fa i medici e gli operatori sanitari scoprirono le proprietà vitali, disinfettanti e germicide dell’argento colloidale.

Molte prove hanno confermato la sua efficacia come antibiotico naturale, come agente antivirale e antimicotico. Tuttavia, l’FDA si è trovata in disaccordo con queste prove, perciò nel 1999 ha stabilito che tutti i prodotti a base di argento colloidale non sono sicuri. La motivazione è stata la mancanza di studi o prove sostanziali che supportassero il suo uso per il trattamento di malattie gravi.

Questo non è che un esempio del potere forte che l’industria è in grado di esercitare nel tentativo di screditare un trattamento altamente efficace per le infezioni.

L’argento colloidale è costituito dalle micro-particelle di argento sospese in acqua distillata. L’argento è stato usato per centinaia di anni non solo in medicina, ma anche come conservante per mantenere acqua e latte freschi, poiché impedisce la crescita di alghe, batteri e altri organismi indesiderati. L’argento colloidale è stato ampiamente utilizzato anche come antibiotico naturale fino al 1940, prima dell’avvento dei moderni farmaci.

Un uso eccessivo di argento colloidale può dare come conseguenza una condizione definita come argiria, dove la pelle e le membrane mucose diventano di colore grigio. Questo capita a causa del deposito delle particelle di argento nei tessuti e dell’ossidazione che avviene all’aria e alla luce solare. Alcune persone sono più inclini di altre a sviluppare questa condizione, specialmente se lamentano carenza di vitamina E e selenio, e un metabolismo lento. Le gengive che si colorano di grigio-marrone sono il primo segno di argiria.

Esistono sia pro che contro relativi all’uso dell’argento colloidale, tuttavia data la mancanza di efficacia di molti antibiotici e l’invenzione di farmaci potentissimi in grado di uccidere i più potenti batteri, con effetti collaterali tossici, ci si chiede se il rischio esista davvero. Bisogna assumere alte dosi di antibiotici che spesso falliscono nel loro intento? Assolutamente no! Bisogna usare l’argento colloidale in grandi quantità e a lungo termine? Probabilmente non è una grande idea. Rappresenta l’argento colloidale un efficace agente in grado di eliminare infezioni batteriche, virus pericolosi dell’influenza e infezioni fungine sistemiche? Sulla base delle prove esistenti, sì. L’unica condizione è quella di usarlo con cautela e solo se è necessario, per trattare la malattia insorta, piuttosto che ingerirlo in grandi dosi per lunghi periodi.

Esiste l’opportunità di farne diversi usi medici:

  • disinfettante: La Stazione Spaziale Internazionale e la stazione spaziale russa Mir usavano l’argento colloidale per disinfettare e purificare l’acqua. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) classifica l’argento colloidale come metodo efficace per la disinfezione dell’acqua potabile nei paesi del terzo mondo, approfittando delle sue proprietà anti-batteriche.
  • antisettico topico e antimicotico: l’argento colloidale è efficace nelle applicazioni topiche su abrasioni, ferite e tagli poiché agisce come antisettico per distruggere i batteri. Inoltre, molte prove confermano la sua efficacia sulle infezioni vaginali micotiche, con applicazioni topiche e lavande vaginali.
  • antimicrobico: forse uno dei ruoli più significativi in ambito medico è la capacità dell’argento colloidale di distruggere gli agenti patogeni mortali, come lo Stafilococco Aureo Meticillino-Resistente. Questa sua proprietà fu scoperta durante una ricerca condotta nel 1970 presso la Syracuse University dal dottor Robert O. Becker. Purtroppo questa ricerca è stata completamente screditata dalla FDA, che ha contribuito a sminuire le sue scoperte. Nel 1980 i fondi per la ricerca si esaurirono, costringendo Becker a chiudere il suo laboratorio e terminare i suoi studi, proprio quando si trovava a un passo da compiere ulteriori progressi sull’argomento.

ACQUISTA L’ARGENTO COLLOIDALE

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Altre notizie