ANCHE IL TUO CANE HA L’INFLUENZA?

dog-fluIl virus canino dell’influenza è relativamente nuovo e fa parte del complesso di malattie respiratorie infettive, conosciuto anche come “tosse dei canili”.

Il virus viene etichettato come H3N8, il che potrebbe far pensare al virus dell’influenza umana H1N1; in realtà non esiste alcuna relazione tra i due.

L’H3N8 era inizialmente un virus influenzale diffuso tra i cavalli. Il virus equino è però mutato e ha iniziato a trasmettersi tra i cani. Questo virus è estraneo a qualsiasi altro noto tra gli esseri umani, perciò il cane non può contagiare il padrone.

Praticamente tutti i cani esposti al virus dell’influenza canina possono infettarsi: l’80% di solito sviluppa una malattia similinfluenzale, il restante 20% non si ammala. Fortunatamente, la maggior parte dei cani recupera entro due settimane, senza ulteriori complicazioni di salute. Tuttavia, in alcuni soggetti può subentrare una polmonite, che solitamente è causata da infezioni batteriche secondarie. L’H3N8 è altamente contagiosa ed è associata a condizioni di sovraffollamento, come quelle che si trovano nei canili e nei rifugi. Anche un ambiente stressante può essere strettamente legato alla comparsa del virus.

L’infezione può essere trasmessa anche da un cane all’altro tramite ciotole, giocattoli, utensili. I sintomi includono un esordio acuto di tosse, starnuti, scolo nasale, febbre e letargia. Sintomi che possono durare una o due settimane.

I cani infetti diffondono il virus per circa 7 giorni, con un picco durante i primi 2-4, ma prima della comparsa dei sintomi. Questo rende difficile isolare il cane per non diffondere il virus. E’ possibile tenerlo lontano – ed è caldamente suggerito farlo – non appena compaiono i sintomi per ridurre il rischio di diffondere l’infezione.

E’ fortemente sconsigliato il vaccino, capace di devastare il sistema immunitario del cane e di compromettere la sua capacità di proteggersi dagli agenti patogeni. I vaccini sono potenzialmente tossici, per questo quelli non obbligatori non sono indispensabili. Specialmente nel caso dell’H3N8, che non protegge il cane contro le infezioni; esso riduce solo la diffusione virale e la gravità dei sintomi.

Il miglior rimedio per l’influenza canina è, proprio come per la salute umana, la prevenzione.

Questi suggerimenti saranno utili a questo scopo:

  • Nutrite il vostro compagno peloso con una dieta equilibrata, appropriata alla specie.
  • Mantenete il sistema immunitario del cane in perfetta forma, evitando vaccinazioni inutili e l’abuso di farmaci.
  • Riducete le tossine ambientali a cui il cane è esposto, che causano carico tossico e stress biologico.

Esistono dei booster naturali del sistema immunitario, come curcuma, origano e aglio fresco, così come le erbe e gli oli essenziali. I dispositivi LifeWave si sono rivelati molto utili nel trattamento dei disturbi veterinari e, qualora il vostro cane avesse accidentalmente contratto il virus, la consultazione della mappa degli agopunti canina sarà utile come linea guida per applicarli correttamente.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Altre notizie