DEPURARSI SECONDO I PRINCIPI DELLA FOTOLUMINESCENZA

photo-luminescenceCos’è la fotoluminescenza? Può sembrare una cosa complicata, ma la parola è composta da foto che significa luce e luminescenza che significa emissione di luce.

Esistono dei trattamenti che utilizzano la luce ultravioletta per aumentare l’ossigeno presente del sangue di una persona, per ottenere effetti curativi. Nella terapia con fotoluminescenza tradizionale, la luce ultravioletta viene immessa nella circolazione sanguigna tramite un piccolo ago, ottenendo un effetto disintossicante generale. Questa terapia è efficace, ma è anche invasiva.

Un’alternativa è rappresentata dalla Cromopuntura, che sfrutta allo stesso modo i benefici terapeutici della luce, oltre che per ottenere numerosi altri benefici, anche per innescare, con dei trattamenti mirati, una profonda e delicata depurazione dell’organismo. Il tutto senza ricorrere all’utilizzo di aghi, visto che durante le sedute si ricorre all’uso di una penna con delle punte colorate intercambiabili, che si appoggiano delicatamente sui punti di agopuntura, anziché penetrarli.

Anche la tecnologia all’avanguardia LifeWave usa il principio della luce per disintossicare e guarire il corpo, sempre in modo non invasivo. I dispositivi LifeWave non contengono farmaci o stimolanti e non sono necessari aghi per ottenere risultati disintossicanti.

I dispositivi Y-Age Glutathione, Carnosine e Aeon, in particolare, stimolano l’espulsione dal corpo di elementi inquinanti, metalli pesanti e altre sostanze tossiche. Nella sezione Protocolli è possibile consultare i metodi di applicazione più efficaci per raggiungere questo obiettivo.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Altre notizie