Salute e Vitalità in 28 Giorni – Settimana del Fuoco – Giorno 19

embrace-lifeNella misura in cui ci identifichiamo con il corpo (e non con l’anima), il processo della morte potrà far paura e sarà carico di angoscia emotiva.

AFFRONTARE LA MORTE/ABBRACCIARE LA VITA

Se si accetta la morte come parte preziosa dell’evoluzione dell’anima, allora sarà possibile vivere pienamente nel presente.

Affermazione del Giorno: ALLA SORGENTE IO SONO AMORE E LUCE DIVINA (frase da ripetere spesso durante la giornata)

Compito del Giorno: accettare di avere un corpo, ma essere consapevole che, quando il corpo morirà, si continuerà a vivere.

Scegliere la ricompensa del giorno per il Day 19.

E’ possibile scegliere tra 3 livelli di impegno. Il 2 implica anche il completamento dell’1. Il 3 implica anche il completamento dell’1 e del 2.

Livello 1. Il Corpo è la Porta dell’Anima

Se ci viene data una diagnosi, non siamo tenuti ad accettare la prognosi. A prescindere da ciò che gli altri dicono della nostra condizione, non bisogna accettarla a meno che non sembri giusta anche a noi. Oggi, prendersi del tempo per immaginare di viaggiare nel corpo e raggiungere il rifugio dell’anima. Scrivere tutto quello che si prova mentre ci si trova là.

Livello 2. Test della Sedia a Dondolo.

Immaginarsi lontano nel futuro, seduti su una sedia a dondolo, mentre la vita vissuta scorre davanti. Resta un numero limitato di anni, mesi, settimane e giorni prima che il corpo muoia… quindi come si può ottenere il massimo dal tempo che rimane? Quali sono le priorità? Cosa è stato trascurato fino ad ora? Se c’è qualcosa che si è sempre voluto fare non aspettare che sia troppo tardi o troppo pericoloso. Farlo ora.

Livello 3. La Morte come Rituale di Passaggio.

Per superare la paura della morte e persino accettarla, è utile esercitarsi a morire. Naturalmente ciò non significa morire sul serio. Significa soltanto esercitarsi nell’immaginazione ad accettare la propria morte quando verrà il giorno, fino a non provare più paura. È strano, ma quando si supera la paura di morire, si rafforza sensibilmente il corpo e lo si rende meno incline – appunto – a morire. Ogni volta che si immagina di morire, osservarsi scivolare fuori dal corpo e viaggiare verso un luogo bellissimo e pieno di pace. Potrebbe essere un giardino oppure un soffice prato, o magari il posto dove esseri angelici o i nostri cari ci stanno aspettando a braccia aperte.

*Ispirato al volume “Scopri i Messaggi Segreti del Corpo” di Denise Linn

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Altre notizie