Salute e Vitalità in 28 Giorni – Settimana della Terra – Giorno 22

body-bodyNon ci si trova veramente su un cammino spirituale se non si è disposti a contrariare, ferire o deludere gli altri. Se non si è disposti a fare tutte queste cose quando è necessario, allora non si è sinceri.

CONNETTERSI CON IL CORPO

Il corpo fisico è lo strumento con cui si fa esperienza del mondo. Permette di vedere, ascoltare, sentire, gustare, odorare, toccare e conoscere gli ambienti dentro e fuori. È anche il tempio dell’anima. L’anima è in costante comunicazione con noi attraverso il corpo, ma spesso siamo troppo occupati per ascoltare davvero i suoi messaggi.

Affermazione del giorno: SONO TUTT’UNO CON LA TERRA. SONO TUTT’UNO CON IL MIO CORPO (frase da ripetere spesso nel corso della giornata)

Compito del Giorno: Immaginare di essersi trasformati in un elemento della terra, come una vecchia quercia con le radici che affondano nel terreno o un fiore selvatico che ondeggia nella calda brezza primaverile. Il corpo è una parte delle interconnessioni dell’universo sterminato; questa meditazione aiuta a ricongiungerci con l’unità fisica di tutte le cose.

Scegliere la ricompensa del giorno per il Day 22.

E’ possibile scegliere tra 3 livelli di impegno. Il 2 implica anche il completamento dell’1. Il 3 implica anche il completamento del 2 e dell’1.

Livello 1. Come definisci il tuo corpo?

La maniera di relazionarci con il corpo si basa spesso su ciò con cui lo confrontiamo. Per esempio, rispetto a un topo siamo molto grandi, ma paragonati a un elefante siamo piuttosto piccoli. Invece provare a immaginare di fluttuare nello spazio: un corpo nudo che galleggia nello spazio infinito. Se non c’è nulla con cui confrontare il corpo, come è possibile definirlo? Non è più scheletrico o grasso, alto o basso, giovane o vecchio. Tutte le percezioni sono un’illusione: adesso che cosa vediamo, percepiamo, annusiamo, proviamo e tocchiamo? Questa è la verità sul corpo.

Livello 2. L’identità come viene influenzata dal corpo?

Il modo in cui muoviamo il corpo influenza la propria identità. Chi ha un portamento rigido, probabilmente dagli altri sarà considerato una persona rigida. L’esercizio di oggi si focalizza sulla trasformazione dell’identità attraverso il cambiamento del modo in cui si usa il corpo. Mettersi davanti a uno specchio a figura intera. Se possibile restare nudi. Poi iniziare a fare delle espressioni con il viso: buffa, sciocca, folle, serena e così via. Scoprire modi nuovi di usare sia il viso che il corpo.

Livello 3. Cosa sto Fingendo di Non Sapere?

Sedersi o sdraiarsi in una posizione sciolta e rilassata. Respirare. Aspettare. Chiudere gli occhi e attraversare lentamente ogni parte del corpo, partendo dai piedi. Attribuire a ciascuna parte una personalità e immaginare di parlare con quella parte per capire se c’è qualcosa che vuole comunicare. Chiedersi cosa spinge a fare cose nocive alla salute. Per esempio, spesso quando si è stanchi o annoiati si mangia troppo. Ci sono persone che quando sono tristi bevono.

*Ispirato al volume “Scopri i Messaggi Segreti del Corpo” di Denise Linn

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti