Salute e Vitalità in 28 Giorni – Settimana Dell’Aria – Giorno 4

donna-abbronzataIl corpo è un po’ come un bambino: se diciamo a un bambino che è meraviglioso, forte o bello, lui reagirà in accordo con queste affermazioni. Se gli si dice che è inutile o indesiderato, anche in questo caso reagirà di conseguenza.

LE CONVINZIONI INTERIORI SUL CORPO

Le convinzioni non sono altro che pensieri fatti per lungo tempo: molti non li hai nemmeno scelti in modo consapevole. Siamo stati programmati in base ai sistemi di convinzione dei genitori, di altri membri della famiglia, della cultura e dell’ambiente in cui siamo cresciuti.

Affermazione del Giorno: AMO E ACCETTO IL MIO CORPO COSI’ COM’E’. E’ SPLENDIDO COSI’ COM’E’ (frase da ripetere spesso durante la giornata)

Compito del Giorno: Osservare il proprio corpo pensando che non sia né buono né cattivo: non è altro che il corpo che occupiamo. Prestare attenzione anche ai pensieri che si fanno sul proprio corpo, constatando che non sono né buoni né cattivi. Sono solo pensieri.

Scegliere la ricompensa del giorno per il Day 4.
es. Guardare un film inspirational

E’ possibile scegliere tra questi 3 livelli di impegno. Il 2 implica anche il completamento dell’1. Il 3 implica anche il completamento del 2 e dell’1.

In arancione alcune possibili risposte.

Livello 1. Cosa Pensi Del Tuo Corpo?

Cosa pensi davvero del tuo corpo e della tua salute? Non bisogna giudicare i pensieri che vengono in mente: occorre solo osservarli. Scrivere la seguente affermazione, e poi completarla annotando tutti i pensieri che vengono in mente. “Credo che il mio corpo sia…” (brutto, debole, forte, intollerante al grano, pieno di cellulite, non perderà mai i chili di troppo…). Dopo aver compilato la lista, rilassarsi, guardarsi dentro e farsi questa domanda: “È proprio così?”. Dopo ogni frase porsi la seguente domanda: “Per sentire certe cose nei confronti del mio corpo, cosa dovrei credere di me e del mondo?”. Annotare le risposte. Niente ha significato fino a quando non siamo noi a darglielo. Quindi, perché non scegliere convinzioni sul corpo che rafforzino?
es. Il mio corpo è fuori allenamento, provato, stanco, intollerante a latticini e grano, suscettibile alle sostanze chimiche, intossicato, vulnerabile, sovrappeso.

Livello 2. I cosiddetti difetti fisici possono diventare pregi.

Quando accettiamo il nostro corpo in modo incondizionato, esso funziona meglio e i livelli di energia crescono. Scoprire cosa c’è di grandioso nelle cose che di solito giudichiamo negativamente può aiutare ad amare le cose “così come sono”. Chi pensa di essere sovrappeso, inizi a pensare a tutti i vantaggi relativi a questa condizione come: in bicicletta si sta più comodi; se ci fosse una carestia si vivrebbe più a lungo. Esiste una legge dell’universo secondo la quale ciò a cui resistiamo persiste; più tempo ed energia si impiegano a “resistere” alla larghezza dei fianchi, più “si creano” cosce adipose. E’ bene amarle, coccolarle e, anzi, essere felici di averle… Dedicare un sacco di tempo ed energia a odiare qualcosa, non fa altro che favorirne la manifestazione. Fare un elenco dei propri cosiddetti difetti. Poi, di fianco a ciascuno, scrivere i modi in cui potrebbero essere visti positivamente e quali vantaggi comportano.
es.
Il mio corpo è stanco, ma ha ora la possibilità di rigenerarsi.
Il mio corpo è intollerante a latticini e grano e questo è vantaggioso perché mi consente di evitare cibi non propriamente salutari né benefici per il peso forma.
Il mio corpo è suscettibile alle sostanze chimiche, perché si sta disintossicando e reagisce più velocemente alle sollecitazioni: ottimo segno.
Il mio corpo si è intossicato ed è un bene perché ciò ha ampliato la mia consapevolezza rispetto alle migliori strategie da attuare nell’ambito della salute.

Livello 3. Analizzare le convinzioni di fondo sul proprio corpo.

Scrivere un elenco delle convinzioni di fondo che si hanno sul proprio corpo, sia positive che negative. Dopo averlo fatto, ripensare a quando è stata adottata per la prima volta ciascuna convinzione e prendere nota. È sufficiente scoprire la radice di una convinzione per cominciare a eliminarla dai campi energetici.
es. Mi sono sempre vista con tantissimi chili di troppo. Sin da bambina. Ricordo un giorno in seconda elementare, quando la maestra facendo un esercizio di educazione fisica ci rendeva consapevoli della spina dorsale, passando da ciascuno di noi bimbi e passando un dito sopra. Quando arrivò a me disse “tu sei foderata”, riferendosi al fatto che la mia colonna vertebrale non sporgeva in maniera così vistosa. Mi è sempre stato fatto comprendere che il mio peso alla nascita era superiore a quello della media degli altri bambini. Mi è spesso stato raccontato che al momento della vaccinazione il medico faticava a trovare le vene e che era stato costretto a iniettare il vaccino nel collo. Riguardando obiettivamente fotografie e filmati di quando ero bambina mi accorgo di non essere certo stata la tipica bambina obesa. Quella convinzione ha formato il mio corpo di oggi. Non era altro che una falsa convinzione limitante. Generata da parole fuori luogo.

*Ispirato al volume “Scopri i Messaggi Segreti del Corpo” di Denise Linn

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Altre notizie