LEGGI E SCOPRI ALCUNI FATTI SORPRENDENTI SUL SONNO

man-sleepUno studio ha rilevato che sette ore di sonno a notte riducono il rischio di malattie cardiovascolari.

Agosto è dietro l’angolo, insieme alle ferie. Sia che si vada in vacanza, sia che si resti in città, molte saranno le ore dedicate al sonno, oltre quelle notturne, su una sdraio in spiaggia o sul divano per una siesta pomeridiana. Gli esperti sono sempre al lavoro per capire meglio la nostra attività notturna e ci sono alcuni risultati davvero degni di nota.

  • Chi si muove spesso e violentemente nel sonno è a maggior rischio demenza. Se il vostro partner vi da calci durante la notte, più che arrabbiarvi preoccupatevi. Secondo un rapporto di AOL Health, le persone che soffrono di disturbi del comportamento nel sonno, che li induce a reagire con violenza ai sogni, sembrano essere più suscettibili a malattie neurologiche come morbo di Parkinson e demenza. Questi pazienti avrebbero circa il 50% di probabilità di sviluppare questa condizione nel corso della vita.
  • L’ora legale può danneggiare il rendimento scolastico. Dopo essere stata additata come responsabile di molti incidenti automobilistici, l’ora legale sembra adesso anche causare cambiamenti di umore, obesità e scarsi voti a scuola. Un aumento della luce naturale, secondo i ricercatori del Rennselaer Polytechnic Institute, reprime l’accumulo dell’ormone melatonina. La soluzione, per gli adolescenti, è quella di andare a letto prima durante la stagione primaverile.
  • I neo-genitori perdono fino a sei mesi di sonno. Non è una grande sorpresa, ma alcuni ricercatori britannici hanno determinato esattamente la quantità di sonno persa dai genitori durante i primi due anni di vita del loro bambino: sei mesi. Molte mamme e papà si limitano infatti a dormire 4 ore a notte.
  • L’ideale è dormire 7 ore a notte. Uno studio condotto dalla West Virginia University ha rivelato che il numero magico è sette, poiché su 30.000 adulti che si sono sottoposti all’osservazione, l’incidenza di malattie cardiovascolari nei soggetti che sostenevano di dormire sette ore a notte era decisamente inferiore.
  • Le donne richiedono più sonno degli uomini. E’ stato oggetto di migliaia di discussioni domestiche: chi ha bisogno di più riposo, uomini o donne? La risposta, secondo l’esperto britannico del sonno Jim Horne, è che il cervello delle donne richiede in genere un extra di 20 minuti di sonno ogni notte, per riprendersi dallo stress aggiuntivo – un riflesso del fatto che le donne sono generalmente più multi-tasking rispetto agli uomini
  • Troppo poco sonno può ridurre il cervello. L’insonnia può avere effetti neurologici allarmanti, secondo uno studio recente pubblicato sulla rivista Biological Psychiatry. Alcuni ricercatori olandesi hanno scoperto che i soggetti insonni cronici tendono ad avere meno materia grigia nella corteccia orbito-frontale sinistra rispetto a chi dorme più profondamente
  • Chi dorme tanto è dotato di speciali onde cerebrali che bloccano i rumori. Vi siete mai chiesti come mai alcune persone si svegliano con una foglia che cade, mentre altri non si smuovono in alcun modo al peggior fragore? Alcuni ricercatori di Harvard attribuiscono la responsabilità ad alcune attività cerebrali prodotte dal talamo, che bloccano i segnali neurologici che permettono di percepire i rumori. Maggiore è la produzione di queste onde, più sarà probabile dormire senza svegliarsi con i rumori.
  • La posizione in cui si dorme rivela la personalità. Le sei posizioni principali del sonno corrispondono a tratti della personalità. La più comune, la posizione fetale, indica che si ha la corteccia dura ma che si è anche estremamente sensibili. Chi dorme nella posizione della stella marina è un buon ascoltatore, disponibile e a disagio quando si trova al centro dell’attenzione

Per qualunque disturbo del sonno che impedisce a un individuo un riposo notturno rigenerante, è consigliabile l’utilizzo dei dispositivi Silent Nights di LifeWave, per riportare in equilibrio l’organismo debilitato dalle tante ore di sonno perdute. Se al nostro corpo non viene riservata la giusta quantità di riposo, andiamo incontro a diversi disturbi, che vale la pena prevenire senza ricorrere a farmaci o integratori. Un semplice cerotto, non transdermico, sarà in grado di risolvere molti problemi e permettere all’individuo di vivere una vita meno stressante e stressata.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.