Dietro a chi è sempre arrabbiato c’è la percezione di non sentirsi all’altezza

Tutti conosciamo almeno una persona che passa ogni giorno della sua vita stretto nelle morse della rabbia. O forse lo siamo noi stessi.

Quello che si tende a non considerare è che dietro a questo tipo di atteggiamento c’è spesso la segreta percezione di non sentirsi abbastanza.

La rabbia e l’esasperazione manifestata altro non sono che uno scudo per non mettere in evidenza, agli altri e a se stessi, questa ferita così profonda.

Se di per sé la rabbia non è qualcosa di negativo, può però sfociare in altri comportamenti dannosi, quando alla sua radice vi è altro. E’ infatti la paura a stimolare dei comportamenti distruttivi verso se stessi e verso gli altri.

Si tratta di una paura ben specifica: quella per cui qualsiasi errore o debolezza rendano immeritevoli di ricevere amore dagli altri.

E’ come se le persone costantemente arrabbiate fossero dominate dalla percezione profonda di poter essere amati solo a determinate condizioni, ovvero mostrandosi perfetti e senza mai sbagliare nulla.

Essendo però questi degli obiettivi impossibili da perseguire, portano all’esasperazione e procurano ancora più sofferenza a se stessi e a tutte le persone che si hanno intorno.

Per trasformare questo atteggiamento in modo costruttivo c’è una sola via: smettere di zittire attraverso la rabbia (molto lo fanno attraverso l’alcol, le droghe, il cibo o altre dipendenze) quella voce interiore che urla il suo terrore di perdere l’amore. Questa voce andrebbe invece ascoltata, perché fa parte di sé ed è l’espressione di un desiderio innato e profondo di guarire da questo dolore.

Solo a quel punto sarà possibile aprirsi alla strada del recupero e della rigenerazione. Occorre letteralmente riunire se stessi con quell’aspetto e tornare ad essere integri.

Tutto questo si ottiene imparando ad amare se stessi e ad accettarsi per quello che si è, senza nascondersi o difendersi in maniera estrema o aggressiva.

Quando si è in pace con se stessi, si è in pace con il resto del mondo.

Ogni volta che ci troviamo accanto a una persona costantemente arrabbiata, allora, proviamo a guardarla con altri occhi, quelli della consapevolezza che dietro non vi è altro che un bambino traumatizzato che ha bisogno di amore.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it

Altre notizie