I traumi transgenerazionali e il doppio genealogico

Ognuno di noi ha un suo “doppio” all’interno dell’albero genealogico. Un antenato da cui abbiamo ereditato una serie di informazioni che stanno alla base, talvolta, di disfunzioni, problematiche e schemi di vita che si ripetono.

Oggi è sempre più ampiamente accettata la teoria secondo la quale dai nostri ascendenti riceviamo in eredità non solo il patrimonio genetico, ma anche una serie di “programmi” che si installano nell’hardware del nostro sistema già dal concepimento.

Questo vale per i genitori, per i nonni e i bisnonni e le generazioni precedenti; mai per coloro che fanno parte della nostra medesima linea famigliare, come cugini e fratelli. Non si eredita nulla nemmeno dai discendenti, i quali semmai possono loro farsi carico di situazioni rimaste irrisolte nella nostra vita.

Fatta questa premessa, esiste una teoria secondo la quale, attraverso la nostra data di nascita, sarebbe possibile individuare in modo abbastanza mirato quale degli avi è il nostro “doppio geneaologico”, ovvero da chi abbiamo raccolto il testimone di conflitti, traumi ed esperienze che ancora sono in attesa di una soluzione. A livello pratico, raccogliere il testimone significa farsi carico della risoluzione di questi conflitti, così da chiudere il cerchio e liberare da questo incarico a volte molto gravoso figli e nipoti.

Come individuare il doppio genealogico

Il procedimento è molto semplice.

  1. Si prende in considerazione la propria data di nascita e si sottraggono e aggiungono 10 giorni da essa.Es: persona nata il giorno 13+ 10 e -10: si ottiene un margine che va da 3 a 23
  2. Per trovare poi la data di nascita più o meno precisa del nostro doppio genealogico occorre fare un calcolo che ha a che vedere con il concepimento. Da qui nasce la tabella illustrata, che va letta in senso verticale.Se la data di nascita di una persona è 13 ottobre, i suoi doppi saranno a loro volta nati tra:
    3 e 23 ottobre, 3 e 23 gennaio, 3 e 23 aprile, 3 e 23 luglio.
  3. A questo punto sarà sufficiente indagare nel proprio albero genealogico e risalire ad antenati che hanno visto la luce in queste finestre di tempo, indipendentemente dall’anno. Quelli individuati, saranno i nostri doppi genealogici coloro da cui abbiamo raccolto il testimone allo scopo di risolvere i conflitti vissuti da loro.

Va da sé che, se questo doppio portava anche il nostro stesso nome, pochi dubbi rimangono sul fatto che le informazioni genealogiche che abbiamo raccolto arrivano proprio da lui.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it

Altre notizie