Come trasformare lo stress in qualcosa di buono e vantaggioso

Esistono mille modi per affrontare e gestire lo stress che, come ogni cosa, ha anche diversi aspetti positivi.

Quante persone dormono male, faticano a concentrarsi, dimenticano le cose e provano tensione al collo, alla testa o alla schiena? Tutti questi sono segni di stress. Che in genere viene visto come un nemico da combattere.

Se è vero che uno stress continuativo può dare luogo a diverse conseguenze anche gravi, nella giusta dose può persino risultare utile. Questo dipende dal suo collegamento stretto con la funzione cognitiva.

Lo stress stimola il rilascio della noradrenalina, un ormone che a piccole dosi aiuta ad aumentare l’efficienza del cervello.

Durante il normale funzionamento del corpo, i livelli di noradrenalina si trovano entro certi limiti. Questo vuol dire che, a riposo, il cervello gestisce metà della memoria. L’efficienza ottimale del cervello si ottiene quando diverse parti iniziano a interagire meglio, grazie all’aiuto della noradrenalina. Quando tutto si muove come una meravigliosa orchestra, anche la produttività e la memoria migliorano.

I pensionati che sono esposti a stress e a conflitti famigliari, oppure alla malattia del partner, hanno dimostrato di mantenere la memoria ad un livello più elevato rispetto alle persone anziane che vivono una vita calma e misurata. Sembra incredibile, ma questa caratteristica è stata scoperta studiando gli effetti dello stress sull’attività mentale delle persone con diversi livelli di intelligenza. Le persone dotate di intelligenza superiore alla media producono più noradrenalina quando viene loro richiesto di risolvere un problema complesso rispetto a quelle con intelligenza media. Un aumento del livello di noradrenalina è stato osservato attraverso la dilatazione della pupilla.

La noradrenalina può fungere da neuromodulatore che stimola la crescita di nuove connessioni sinaptiche in tutto il cervello. Questo ormone promuove la formazione di nuove cellule in alcune aree del cervello.

E’ stato il neuropsicologo Ian Robertson a rivelare questo aspetto ancora sconosciuto dello stress. Il quale presenta anche altri vantaggi interessanti, se moderato e presente solo in situazioni particolari, come spiega a sua volta la psicologa Sherry Campbell

Lo stress migliora l’introspezione

Quando si impara a smettere di combattere i momenti di ansia, ma si inizia ad accettarli, lo stress permette di aprire i propri occhi sulle nostre vulnerabilità. Una volta coscenti delle nostre debolezze, abbiamo un’idea chiara di cosa possiamo migliorare in noi.

Lo stress fa pensare in modo creativo

Quando si verifica un evento imprevisto, lo stress si impenna, specialmente a causa della nostra abitudine a controllare tutto. E’ in questi momenti che si può guardare la vita con gli occhi dell’artista. Questo stimola il pensiero creativo che aiuta a trovare una soluzione. Le improvvise difficoltà comportano un rilascio di adrenalina e un picco di energia che si può spendere in nuove idee da realizzare.

Lo stress aiuta a stabilire le priorità

Quando ci troviamo di fronte a una scelta, la risposta dello stress può suggerirci che cosa in quel momento richiede maggiore attenzione da parte nostra. Individuare i compiti più importanti e attuarli è importante perché dopo avere affrontato le situazioni più urgenti tornano la calma e il sollievo, oltre che una profonda soddisfazione.

Lo stress apre a nuove opportunità

Quando dobbiamo affrontare delle sfide particolarmente stressanti, si impara sempre qualcosa di nuovo che spesso ci porta ad agire diversamente e talvolta persino a cambiare direzione.

Lo stress indica le strategie di successo

Quando siamo sotto la pressione dello stress diventiamo più inventivi perché desideriamo fare il possibile per sbarazzarci dal peso contingente. Occorre allora evitare di agire impulsivamente, rallentare un po’ e analizzare la situazione per pianificare i passi successivi da affrontare con sicurezza.

Lo stress ci fa incontrare le persone giuste

Quando ci troviamo sotto stress, possiamo cogliere l’occasione per chiedere aiuto, supporto e consulenza. Condividere la nostra esperienza con qualcuno che possa sostenerci e guidarci è un dono inestimabile per tutti.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di Monica Vadi per generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Immagine  Woman on phone on Picspree

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it

Monica Vadi

Monica Vadi

Terapista e docente base in Cromopuntura secondo Peter Mandel, si è diplomata presso l'Internationales Mandel Institut Für Esogetische Medizin. E' abilitata alla lettura della foto D.E.P.T. (Diagnosi Energetica Dei Punti Terminali) e si è specializzata come Holistic Health Coach / metodo Well Aging Quantico. Vive e lavora a Torino dove riceve su appuntamento. Per fissare una consulenza: [email protected] / +39 392 7650931

Altre notizie