Tenere un diario della gratitudine fa dormire meglio e riduce lo stress

Non si tratta più, ormai, di una semplice convinzione: anche gli studi confermano quanto praticare regolarmente la gratitudine e l’apprezzamento contribuiscano alla creazione di una vita più felice.

E’ stato dimostrato dal prof. Robert Emmons della University of California-Davis che le persone che si impegnano in questa pratica ogni giorno godono del 25% in più di sentimenti di felicità, registrano livelli di stress inferiori dormono meglio e sono in generali più in salute.

Perciò è auspicabile esprimere in qualche modo la propria gratitudine quotidianamente. Chiunque ha qualcosa per cui essere grato, perché valgono anche le cose più semplici, ma dal valore inestimabile. E’ sufficiente provare a focalizzarsi su tutto ciò che di positivo c’è nella nostra vita per diventarne consapevoli.

La gratitudine è qualcosa che si può provare interiormente, ma che procura effetti migliori se espressa apertamente. Diciamo alle persone a cui vogliamo bene quanto le apprezziamo e quanto sono importanti le cose che fanno per noi. Diventiamo messaggeri di questo atteggiamento costruttivo, che fa la differenza nella vita quotidiana nostra e di chi abbiamo accanto.

Si può creare una sorta di rituale, da eseguire la mattina appena svegli e la sera prima di coricarsi. In una giornata viviamo sempre una bella esperienza per cui esprimere il nostro ringraziamento. Può essere un incontro inaspettato, una gentilezza nei nostri confronti da parte di uno sconosciuto, la sorpresa di entrare in un negozio per acquistare della merce e scoprire che solo quel giorno era in offerta ad un prezzo speciale. Vale tutto ciò che ci ha procura una sensazione positiva, ciò che ci dà speranza, ciò che ci consente di osservare la bellezza della vita, nelle sue sfumature più delicate.

Quello che accade a livello inconscio è molto profondo, perché a furia di stimolare un attitudine positiva, si iniziano a notare sempre più cose che ci rendono felici. All’inizio può non essere facile, ma ciò che ne deriva è così bello che vale la pena iniziare e sforzarsi di farlo per un po’ di tempo. Poi verrà sempre più facile. Del resto, dalla vita abbiamo ciò che noi per primi immettiamo in essa. La felicità è una scelta, è uno stato mentale e richiede che si diventi parte attiva nel suo processo di creazione.

Concentrare la propria attenzione su ciò che ci dà gusto nella vita aumenta i nostri livelli di soddisfazione. Una delle strategie più praticate per arrivare a questo obiettivo è quella di tenere un diario della gratitudine. Il consiglio è quello di scrivervi ogni sera, prima di andare a dormire.

  • Acquista un diario, o un semplice quaderno, che diventerà il tuo Diario della Gratitudine e tienili sempre sul comodino, con una penna a portata di mano
  • Ogni sera, prima di addormentarti, scrivi almeno 3 cose (se ne possono aggiungere altre!) per cui ti senti fortunato, che ti sono capitate durante la giornata e ti hanno reso felice, che apprezzi e che ti danno gioia
  • Chiediti “Quali sono le benedizioni della mia vita? Come e a chi posso esprimere il mio apprezzamento? Quali sono gli aspetti positivi della giornata che mi hanno procurato gioia?”
  • Ogni mattina al risveglio rileggi ciò che hai scritto la sera prima: il tuo cuore si riempirà nuovamente di gratitudine e la tua giornata inizierà con uno spirito positivo

Eseguire regolarmente questo esercizio aiuta letteralmente ad evocare uno spirito di gioia e generosità costante nella vita quotidiana, che influenzerà in modo sostanziale anche i rapporti interpersonali. Persino nei momenti più difficili diventerà più semplice spostare l’attenzione sugli aspetti positivi, rendendo più semplice la creazione di future opportunità migliori.

I più fantasiosi e inventivi potranno unire questa idea alla creazione di un Bullet Journal, introducendo su questo una sezione riservata al diario della gratitudine.

Il metodo Bullet Journal: pianificare con carta e penna e aumentare la produttività

Chi invece preferisce un quaderno già impostato, può procurarsi uno dei numerosi diari in commercio dedicati a questa pratica: clicca qui.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di Monica Vadi per generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it

Monica Vadi

Monica Vadi

Terapista e docente base in Cromopuntura secondo Peter Mandel, si è diplomata presso l'Internationales Mandel Institut Für Esogetische Medizin. E' abilitata alla lettura della foto D.E.P.T. (Diagnosi Energetica Dei Punti Terminali) e si è specializzata come Holistic Health Coach / metodo Well Aging Quantico. Vive e lavora a Torino dove riceve su appuntamento. Per fissare una consulenza: [email protected] / +39 392 7650931

Altre notizie