E’ vero che l’acqua frizzante fa male alla salute?

acqua frizzante versata nel bicchiereL’assunzione di acqua è vitale per il nostro organismo, eppure molte persone non bevono abbastanza. Alcuni si giustificano affermando che l’acqua naturale li annoia e che, non potendo esagerare con le bibite zuccherate, finiscono per non assumere una quantità sufficiente di liquidi.

Questo è dovuto anche al fatto che per un lungo periodo l’acqua frizzante è stata demonizzata, anche se la realtà è di natura differente.

Piuttosto che assumere bibite, compresi i succhi di frutta addizionati di zucchero, l’acqua frizzante è un’ottima alternativa a quella naturale.

Com’è fatta l’acqua frizzante

L’acqua gassata, di fatto, è acqua a cui è stato aggiunto diossido di carbonio sotto pressione. Questo processo si traduce nella produzione di acido carbonico, un acido molto debole che dona all’acqua quel tipico effetto di effervescenza che si percepisce sulla lingua quando si beve un sorso di acqua frizzante.

Questa bevanda si è diffusa già a partire dal 1700, probabilmente grazie alle varie sorgenti di acqua minerale gassata da cui veniva ricavata. Le più celebri erano quelle di Niederselters, in Germania, da cui deriva la parola “selzters” che viene usata spesso per identificare l’acqua effervescente.

All’epoca, si riscontravano enormi benefici nel fare il bagno in queste acque, motivo per cui le persone provarono a berla, nella speranza di ottenere i medesimi risultati. Sulla base di questa acqua, lo scienziato inglese Joseph Priestley produsse la prima acqua frizzante artificiale, nel 1767.

Secondo Priestley, questa acqua poteva aiutare il trattamento di numerosi disturbi, tra cui lo scorbuto, la malattia mortale causata dalla carenza di vitamina C che tra il 1500 e il 1800 causò migliaia di morti. In verità, questa bevanda non raggiunse l’obiettivo sperato, ma riuscì a cambiare in maniera significativa le abitudini dei consumatori in tutto il mondo.

Oggi l’acqua frizzante si può trovare in diverse varianti:

Acqua Seltzer

Da non confondere con le acqua minerali naturalmente effervescenti, che in passato si chiamavano seltzers, questa bevanda non è altro che acqua naturale infusa con anidride carbonica.

Club Soda

Un tipo di acqua frizzante che viene infusa con altri ingredienti minerali, come il bicarbonato di sodio, il citrato di sodio, il solfato di potassio e il solfato bisodico, che le conferiscono un sapore leggermente diverso.

Effervescente naturale

Questo tipo di acqua proviene dalle sorgenti naturali e viene imbottigliata alla fonte. Contiene naturalmente composti di sale e di zolfo, che le conferiscono un gusto particolare, a detta di molti un po’ più pesante.

Le differenze tra acqua naturale e acqua frizzante

Idratazione

Acqua naturale: fornisce la giusta idratazione che soddisfa il fabbisogno quotidiano di una persona.

Acqua frizzante: è idratante quanto quella naturale.

Contenuto minerale

Acqua naturale: contiene tracce di minerali preziosi, come calcio e magnesio.

Acqua frizzante: a seconda del tipo, può contenere ingredienti minerali come composti di sale e zolfo, già presenti in natura o talvolta intenzionalmente infusi.

Sapore

Acqua naturale: è insapore

Acqua frizzante: il suo sapore può essere più o meno salato, a causa della quantità di sodio presente.

Senso di gonfiore

Acqua naturale: non causa alcun senso di gonfiore

Acqua frizzante: la presenza di anidride carbonica può far sentire più velocemente sazi e anche dissetati, motivo per cui capita di bere meno del necessario

Chi ama le bibite gassate zuccherate, ma è consapevole dei loro effetti dannosi sulla salute, troverà nell’acqua frizzante un’ottima alternativa, che soddisferà maggiormente le papille gustative. Va però detto che l’acqua naturale resta superiore a quella frizzante, perché permette di berne quanta ne serve, senza il rischio di gonfiore.

L’acqua frizzante fa male?

A lungo si è pensato che l’acqua frizzante facesse male, soprattutto che causasse carie e perdita di calcio nelle ossa. Ci sono però degli studi che confutano queste tesi. Fra questi, una ricerca pubblicata nel 2006 su The American Journal of Clinical Nutrition e un altro del 2009, comparso sul Journal of Zhejiang University Science B. Tutto ciò purché l’acqua sia pura e non aromatizzata.

L’unico suo effetto collaterale è il senso di gonfiore che può provocare se se ne consuma troppa, cosa che può spingere anche a bere meno del dovuto e a rischiare così la disidratazione.

I benefici dell’acqua frizzante

Assumere l’acqua con le bollicine ha persino dei benefici per la salute, tra cui:

  • allevia la raucedine cronica in gola
  • allevia la stitichezza

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it

Altre notizie