I cani ci donano la loro energia e a volte ci salvano la vita

cane e padrone al tramontoIl cane è definito comunemente come il migliore amico dell’uomo, ma la sua presenza nelle nostre vite ha un significato molto più profondo.

Si dice che i cani provengano dai lupi e alcune somiglianze genetiche ci sono. Però i cani hanno qualcosa di differente, che va ben oltre l’addomesticamento.

Alcuni sostengono che i cani siano esseri inviati a noi da altri pianeti, per aiutare gli esseri umani ad apprendere l’amore incondizionato. Il corpo del cane nascerebbe, quindi, in questa dimensione fisica, ma la sua energia sarebbe estranea alla Terra.

Molti ritengono che il cane sia un essere meno evoluto, ma si tratta di un pregiudizio. L’evoluzione non è proporzionale al solo intelletto, né alla funzione sociale, ma a che vedere anche con l’anima e lo spirito di un soggetto.

Il cane sarebbe dunque un insegnante per gli esseri umani.

Un’analisi del sistema energetico del cane mette in evidenza come il plesso solare e il cuore siano zone molto ampie in esso. Questo fa pensare che si tratti di esseri che ricevono energia in modo copioso. Vengono quindi a noi per proteggerci energeticamente. Ecco come mai è così comune che un cane improvvisamente si ammali, o che senta in maniera così forte il rischio che sta per correre il suo padrone, o che dopo la morte dell’umano anche il cane si lasci morire.

E’ come se il cane venisse a noi con una missione, per quanto siamo convinti di essere noi a trovare lui. Succede esattamente il contrario. Il cane arriva in un momento ben preciso – magari compare improvvisamente per strada – e cerca di restare con noi. Oppure, si verificano delle sincronicità che permettono di incontrarlo e di farlo entrare nella nostra vita.

Noi esseri umani crediamo di scegliere il nostro cane, ma è lui che attraverso i suoi occhi ci riconosce e stimola quell’empatia in noi che ci spinge a tenerlo con noi.

I cani non giudicano, non criticano, non si offendono tra loro, non provano risentimento o fastidio. Semplicemente amano, incondizionatamente.

Il cane perdona, ama e gioca. Se lo abbandoniamo o lo trattiamo male possono emergere quegli aspetti di aggressività e diffidenza che derivano dalla struttura genetica a cui appartiene. Ma se, con il tempo, gli si dedicano di nuovo cura e affetto, torna a sintonizzarsi sulla sua naturale vibrazione di amore incondizionato.

Nel suo sistema energetico sono presenti dei recettori che gli forniscono una sensorialità amplificata, che gli consentono di percepire il pericolo, specialmente se diretto al suo padrone. Così, l’energia coinvolta raggiunge lui per primo, che la assorbe per evitare che influisca sull’umano.

Quando un uomo ha degli schemi emotivi o delle abitudini malsane, il cane inizia a lavorare con quell’energia. Questo vale per tutta la famiglia che lo ospita.

Perciò è molto importante dare al cane molta acqua, che lo aiuti a trasmutare quell’energia e regalargli tanto amore, che lo liberi da quel peso energetico di cui si è fatto carico.

Ci sono molti casi in cui un cane, se percepisce una carica fortemente negativa, si rifiuta di entrare in alcuni luoghi e, se vi entra, spesso soccombe a causa di quell’impatto energetico.

Quando ansima costantemente e non a causa della sete, dell’ansia o della stanchezza, il cane sta riciclando l’energia che c’è intorno: la assorbe e la purifica.

Quando un cane ulula senza motivo è perché, probabilmente, rileva energia densa e negativa e cerca di comunicarla. Lo stesso vale quando riesce a percepire eventi che stanno per capitare in altre parti del mondo. E’ molto comune che le persone riferiscano che prima dei grandi terremoti i cani ululano o mostrano disagio.

Alcuni per una folle ricerca estetica mutilano la coda e le orecchie dei cani: questo equivale a sopprimere la loro energia. Nelle orecchie c’è il centro dell’energia coronarica e per il cane sono come antenne. Nella coda c’è invece la forza vitale.

Va infine detto che, quando il cane lascia il suo corpo, resta qui anche se in una dimensione più sottile, ma accompagnerà sempre il suo compagno umano. Perché il cane non è fedele solo nella vita, ma anche dopo aver adempiuto alla sua missione materiale terrena.

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI 

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

Acquista Online su SorgenteNatura.it


Altre notizie