IN AUMENTO LE DIPENDENZE DA DROGA E ALCOL

addiction-alcol1Continua in Italia il trend di aumento del consumo di cocaina.

Lo afferma l’ottava edizione del Rapporto Osservasalute (2010), pubblicato dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane, che conferma un dato già visto nel precedente rapporto.

Dal 2005 al 2007 si assiste ad un aumento a livello nazionale e in quasi tutte le regioni, ad eccezione della provincia autonoma di Bolzano, del Friuli Venezia Giulia e del Lazio, che mostrano un trend in discesa. Ulteriore eccezione, le Marche, regione che mostra, invece, valori stabili al di sotto della media nazionale.

In generale, l’accesso ai SerT per consumo di cocaina aumenta dal 2003 al 2007, anno in cui oltre 4 abitanti su 10.000 sono in cura, così come confermato dalle indagini europee che mostrano un crescente aumento nell’abuso di questa sostanza.

Le regioni che mostrano valori decisamente sopra la media sono la Lombardia (che mostra i valori più elevati nel contesto nazionale) e la Campania. Regioni come Valle d’Aosta, Veneto, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria e Sardegna, pur mantenendo valori al di sotto o leggermente superiori alla media nazionale, hanno visto, negli ultimi due anni considerati (2005 – 2007), raddoppiare l’accesso alle cure per dipendenza da cocaina.

Le donne, in particolare, perdono terreno, avendo assunto ormai abitudini un tempo ad esclusivo appannaggio degli uomini.

In primis, preoccupa il loro consumo di alcol: sono infatti aumentate le donne adulte (19-64 anni) con consumi a rischio. Una prevalenza passata dall’1,6% del 2006 al 4,9% del 2008. Un dato su tutti, l’aspettativa di vita femminile che ha smesso di crescere: basti pensare che negli ultimi 5 anni è aumentata per le donne di appena tre mesi (dagli 84 anni nel 2006 agli 84,3 nel 2010), mentre per gli uomini cresce di sette mesi nello stesso arco di tempo (da 78,4 anni nel 2006 a 79,1 nel 2010).

Liberarsi da una grave dipendenza è molto complesso: richiede del tempo, grande volontà e determinazione e anche un forte sostegno esterno, specialmente psicologico. L’agopuntura, e quindi LifeWave, possono dare un contributo alla risoluzione del problema.

In agopuntura viene spesso stimolato un punto particolare per agire contro le più diffuse dipendenze, quello conosciuto in cinese come Tim Mee. Il punto si trova a circa un dito sopra la piega del polso, all’interno del braccio. La stimolazione di quel punto può, ad esempio, alterare la percezione del sapore della sigaretta nel paziente, fino a renderla insopportabile.

L’ideale per combattere le dipendenze con i dispositivi LifeWave è applicare un SP6 su Tim Mee a sinistra e un Glutathione su Tim Mee a destra.

In alternativa, è possibile applicare, sullo stesso punto, Energy Enhancer, bianco a destra, marrone a sinistra. Se possibile, è consigliabile utilizzare i dispositivi ogni giorno. Tim Mee si trova all’altezza di LU7 e in prossimità di LI5, come si vede nell’immagine sottostante.vv

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.

 

Altre notizie