ELOGIO DELLA LENTEZZA: VIVERE SENZA CORRERE FA BENE

speed-limit-15Provate a prediligere la calma invece della fretta, la serenità al posto dello stress, la qualità e non la quantità.

Nel mondo dove tutto è frenetico, senza sosta, in cui i treni vanno sempre più veloce e le notizie corrono come la luce dai tablet al pc qualcuno dice basta, da qualche anno a questa parte, una volta all’anno, si celebra la Giornata Mondiale della Lentezza. Da Milano a New York, da Roma a Shangai, tutto il pianeta per ventiquattro ore sceglie di andare un po’ più piano. Ispirata al “downshifting” di Jórrgen Larsson (“filosofia del rallentare”) è un invito a lasciare da parte la quantità a favore della qualità e, di conseguenza, a riscoprire l’importanza della tradizione, dei piaceri e della calma.

Certo, la filosofia e la buona volontà non bastano a stravolgere e ‘correggere’ i ritmi di vita e di lavoro sempre più frenetici, ma serviranno almeno a far riflettere le persone, che per un giorno torneranno a essere padrone del proprio tempo.

L’idea in pochi anni ha riscosso un consenso planetario perché quello dei lenti è un movimento le cui fila s’ingrossano ogni giorno di più. Prendersi cura di sè e degli altri, trovare tempo per la riflessione e la spiritualità. Un vero e proprio stile di vita avviato a tavola da Carlo Petrini con Slow Food, ma che poi si è allargato a segmenti della vita sempre più ampi. Dal rapporto con il cibo al lavoro, dal sesso al modo di viaggiare, passando per l’educazione dei figli, il popolo che ha scelto di andare piano si fa sempre più numeroso.

Ma la filosofia slow non si applica solo all’universo individuale. Ci sono tanti settori della società e della vita pubblica sovraccarichi e ingessati, che avrebbero bisogno di ‘semplificazione’.

Ecco i 14 comanda-lenti per trovare la velocità giusta nella vita:

  1. Svegliarsi 5 minuti prima del solito per farsi la barba, truccarsi o far colazione senza fretta e con un pizzico di allegria.
  2. Se siamo in coda nel traffico o alla cassa di un supermercato, evitiamo di arrabbiarci e usiamo questo tempo per programmare mentalmente la serata o per scambiare due chiacchiere con il vicino di carrello.
  3. Se entrate in un bar per un caffè:ricordatevi di salutare il barista, gustarvi il caffè e risalutare barista e cassiera al momento dell’uscita (questa regola vale per tutti i negozi, in ufficio e anche in ascensore)
  4. Scrivere sms senza simboli o abbreviazioni, magari iniziando con caro o cara…
  5. Quando è possibile, evitiamo di fare due cose contemporaneamente come telefonare e scrivere al computer…se no si rischia di diventare scortesi, imprecisi e approssimativi.
  6. Evitiamo di iscrivere noi o i nostri figli ad una scuola o una palestra dall’altra parte della città.
  7. Non riempire l’agenda della nostra giornata di appuntamenti, anche se piacevoli, impariamo a dire qualche no e ad avere dei momenti di vuoto.
  8. Non correte per forza a fare la spesa, senz’altro la vostra dispensa vi consentirà di cucinare una buona cenetta dal primo al dolce.
  9. Anche se potrebbe costare un po’ di più, ogni tanto concediamoci una visitina al negozio sottocasa, risparmieremo in tempo e saremo meno stressati.
  10. Facciamo una camminata, soli o in compagnia, invece di incolonnarci in auto per raggiungere la solita trattoria fuori porta.
  11. La sera leggete i giornali e non continuate a fare zapping davanti alla tv.
  12. Evitate qualche viaggio nei week-end o durante i lunghi ponti, ma gustatevi la vostra città, qualunque essa sia.
  13. Se avete 15 giorni di ferie, dedicatene 10 alle vacanze e utilizzate i rimanenti come decompressione pre o post vacanza.
  14. Smettiamo di continuare a ripetere:”non ho tempo”. Il continuare a farlo non ci farà certo sembrare più importanti.

… e i 7 comanda-lenti in cucina

  1. Il cibo è la tua prima medicina: lo insegna Ippocrate… crediamoci!
  2. La poesia del cibo inizia quando facciamo la spesa: scegliamo prodotti di stagione e di qualità. Se vogliamo risparmiare diminuiamo la quantità: che è anche un’ottima scelta per controllare colesterolo e peso.
  3. E’ scientificamente provato che l’acqua non bolle prima se continuiamo a osservarla: quindi senza fretta appassioniamoci alla preparazione della nostra cenetta e apparecchiamo con cura la tavola, un fiore?
  4. Utilizziamo tutti i nostri sensi per godere dei singoli ingredienti: la vista, il tatto, l’olfatto, il gusto … anche l’udito (i rumori della cucina fanno tanto casa e calore!).
  5. Gustiamo ogni forchettata e ogni piccolo sorso di quel vino che, anche se da incompetenti, avremo scelto con amore e cura.
  6. Evitiamo il “due in uno”! Se mangiamo non telefoniamo, se telefoniamo non mangiamo.
  7. Non precipitiamoci … il cinema, la lavastoviglie, l’ultimo ritocco al computer, ecc. aspettano

La Giornata Mondiale della Lentezza è una manifestazione che nasce da un’idea della Onlus L’Arte del Vivere con Lentezza per riflettere sui danni economici, ambientali, sociali e culturali del vivere a folle velocità. Ognuno di noi è chiamato a cambiare il suo pezzettino di mondo con le proprie idee e il proprio entusiasmo.

Respira, sorridi e vai con calma

(Thich Nhat Hanh)

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE SU TELEGRAM PER RICEVERE E LEGGERE RAPIDAMENTE TUTTI I NUOVI ARTICOLI

Articolo di generazionebio.com
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright – Se non diversamente specificato, tutti i contenuti di questo sito sono © GenerazioneBio.com/Tutti i diritti riservati – I dettagli per l’utilizzo di materiali di questo sito si possono trovare nelle Note Legali.